Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Mogherini: Con la Russia nessuna Guerra Fredda

© AFP 2021 / FREDERICK FLORINIl capo della diplimazia europea Federica Mogherini a Strasburgo
Il capo della diplimazia europea Federica Mogherini a Strasburgo - Sputnik Italia
Seguici su
L'Alto Rappresentante per la politica estera UE in un'intervista al quotidiano italiano Il Sole 24 Ore: in Ucraina orientale fatti passi avanti significativi.

Alla vigilia del secondo importante vertice nel giro di pochi giorni sulla crisi siriana, in agenda a Vienna per domani, Federica Mogherini torna a parlare dei rapporti tra Europa e Russia. Lo fa in una intervista rilasciata oggi al quotidiano italiano Il Sole 24 Ore in cui vengono toccati molti temi, dalla crisi migratoria che sta colpendo il Vecchio Continente, ai suoi rapporti di forza in politica estera in senso stretto, ed in particolare con la Russia.

"Non c'è nessuna Guerra Fredda. È vero che sanzioni contro Mosca sono ancora in vigore per via della crisi ucraina. In alcuni campi il rapporto è tra semplici interlocutori, per esempio in Europa orientale o in Asia centrale; in altri invece siamo ancora e sempre partner, come nell'accordo sul nucleare iraniano, nel processo di pace in Medio Oriente, nella scelta del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite di sostenere una missione militare europea contro i trafficanti di esseri umani".

Foto di Bashar Assad a Damasco, Siria - Sputnik Italia
UE esclusa dai negoziati di Vienna sulla Siria

Così Mogherini a proposito dei rapporti con la Russia, in una fase controversa in cui da una parte si tenta di colpire l'economia russa con le sanzioni, mentre dall'altra si cercano di mantenere aperti i canali diplomatici sui tavoli di crisi internazionale più rilevanti.

E proprio su un tema caldissimo come la crisi siriana, Mogherini ha parlato di "partnership possibile", confermando l'incontro avuto pochi giorni fa con il ministro degli Esteri Sergey Lavrov  "con cui sarò di nuovo a Vienna domani — informa la diplomatica italiana — per una riunione internazionale sempre sulla Siria".

A proposito della crisi dell'Ucraina orientale poi, Mogherini ha risposto ad una domanda sulle tempistiche per l'implementazione degli accordi di Minsk, con la fine dell'anno come deadline per la piena applicazione dell'intesa, parlando di tendenza positiva.

"Siamo ancora lontani da una piena applicazione dell'intesa alla quale è legata la revoca delle sanzioni. Ma negli ultimi tempi sono stati compiuti passi avanti significativi per quanto riguarda il cessate-il-fuoco o il ritiro delle armi".

Così Mogherini, che ha voluto tuttavia precisare che sarà il Consiglio Europeo di dicembre a dovere decidere sul regime delle sanzioni contro la Russia.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала