WSJ: USA e Europa contano sempre di più sulla Russia

© AFP 2022 / Carlo AllegriJohn Kerry e Sergey Lavrov a Vienna
John Kerry e Sergey Lavrov a Vienna - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Bruxelles e Washington fanno capire che Mosca è importante per la soluzione della crisi in Siria, in quanto in questo momento la Russia sta svolgendo un ruolo chiave nel Medio Oriente, scrive il quotidiano Wall Street Journal.

Nei loro sforzi volti a stabilizzare la situazione in Medio Oriente, il segretario di Stato John Kerry e gli alleati europei di Washington in misura sempre maggiore contano su Russia e Iran, paesi che storicamente venivano accusati di destabilizzazione, scrive il giornale.

Dopo l'incontro di Vienna del "quartetto mediorientale" (UE, ONU, Russia e USA), i rappresentanti europei e americani hanno fatto capire che tutti i tentativi di risolvere la crisi in Siria, Iraq e Yemen saranno inutili, se questi sforzi non coinvolgono Mosca e Teheran.

Il capo della diplomazia europea Federica Mogherini ha dichiarato che Russia e Iran possono intraprendere dei passi per stabilizzare la situazione in Medio Oriente, se riusciranno a "sintonizzare" il presidente Assad e il governo della Siria sulla frequenza della transizione politica. Il segretario di Stato USA John Kerry, da parte sua, ha accolto positivamente la decisione della Giordania, che è uno dei principali alleati di Washington nella regione, di scambiare con Mosca e Teheran i dati di intelligence e di coordinare con Russia e Iran le sue azioni militari. Questa decisione, ha detto Kerry, "può giovare a tutte le parti".

L'inclusione di Mosca e Teheran nel dialogo che viene sviluppato da Washington e Bruxelles può anche significare che l'equilibrio di potere in Medio Oriente si sta spostando, osserva Wall Street Journal.    

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала