I ribelli siriani chiedono all'Occidente armi per “reagire” alla Russia

© AP PhotoCombattente dell'opposizione siriana
Combattente dell'opposizione siriana - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Dopo l'inizio dell'operazione militare aerea della Russia in Siria, le armi preferite dell'Esercito Libero Siriano, i sistemi anti-missile americani, sono diventate impotenti, scrive il Times. Ora i ribelli dell'opposizione “moderata” chiedono agli alleati occidentali gli "Stingers".

L'opposizione siriana sostenuta dalla Casa Bianca invita l'Occidente a rifornire l'Esercito Libero Siriano con i lanciarazzi anti-aerei americani "Stinger" per resistere ai raid aerei russi, scrive il "Times".

"Abbiamo bisogno di missili anti-aerei, come un bambino del latte materno. Ci darebbero un grande vantaggio e contribuirebbero a vincere la guerra," — il giornale cita le parole di Abu Omar, combattente dell'Esercito Libero Siriano addestrato in Qatar.

Tuttavia, la fornitura di tali armi presupporrebbe un cambio di strategia di Washington osserva il giornale: in precedenza gli USA ignoravano queste richieste perchè temevano che questo tipo di armi potesse finire nelle mani degli estremisti che avrebbero potuto usarle contro gli aerei americani coinvolti nell'operazione in Siria contro ISIS.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала