Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Migranti, Renzi: Trattato di Dublino è finito

© AP PhotoItalian Premier Matteo Renzi
Italian Premier Matteo Renzi - Sputnik Italia
Seguici su
Il presidente del Consiglio italiano sul tema della crisi dei migranti, alla vigilia del Consiglio Europeo di domani: aveva ragione l'Italia.

Sui migranti l'UE si sbagliava e l'Italia aveva ragione. Si esprime così, senza mezzi termini, il premier italiano Matteo Renzi, che ha ricevuto questa mattina il voto favorevole da parte di Montecitorio al termine della relazione sui temi di politica estera che da domani vedranno coinvolta l'Italia nel Consiglio Europeo previsto a Bruxelles.

E proprio da un Consiglio Europeo, quello di sei mesi fa in cui l'Italia chiese per la prima volta con convinzione di superare le regole esistenti in materia di immigrazione, che Renzi è ripartito nel suo intervento di questa mattina a Montecitorio.

"A distanza di sei mesi dal Consiglio Ue chiesto dall'Italia possiamo dire senza giri di parole che sull'immigrazione l'Italia aveva ragione e l'Europa no".

Bruxelles, nelle considerazioni che hanno aperto il suo intervento, ha assunto un principio "per mesi negato e oggi autorevolmente riportato da Merkel e Hollande al Parlamento europeo: il trattato di Dublino è finito. Non tecnicamente — ha chiosato Renzi — ma politicamente".

Anticipando poi i temi dell'intervento italiano di domani, il premier italiano ha voluto ricordare che gli hotspots, richiesti dall'UE ad Italia e Grecia per la prima registrazione dei profughi e migranti, "hanno senso solo assieme alla ricollocazione e alla politica di rimpatri. I primi 19 ragazzi eritrei che hanno lasciato Lampedusa — ha concluso Renzi — non sono 19 numeri in meno nelle statistiche, ma l'inizio di un grande progetto politico". 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала