Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Greta e Vanessa, dalla Siria: pagato riscatto di 11 milioni

© AFP 2021 / ZEIN AL-RIFAMilitanti nelle vicinanze di Aleppo
Militanti nelle vicinanze di Aleppo - Sputnik Italia
Seguici su
Fonti giudiziarie da Aleppo confermano le indiscrezioni sulla liberazione delle due volontarie italiane rapite in Siria lo scorso anno.

C'è la sentenza di un tribunale islamico locale sullo sfondo delle voci provenienti dalla Siria sul presunto pagamento di un riscatto da 11 milioni di euro per la liberazione di Greta Ramelli e Vanessa Marzullo, rapite in Siria lo scorso anno.

Le circostanze della liberazione delle due cooperanti volontarie italiane, avvenuta 5 mesi dopo il rapimento, non sono mai state del tutto chiarite e quelle arrivate in queste ore da Aleppo sono voci già circolate in questi mesi: un riscatto da 11 milioni di euro sarebbe stato infatti versato ai rapitori.

Questo è quanto emerso da una sentenza di condanna il capo di Ansar al Islam, Hussam Atrash, signore della guerra locale che avrebbe condotto la trattativa. L'accusa per l'uomo è di avere sottratto 5 degli 11 milioni che il movimento Nureddin Zenki era riuscito ad ottenere in cambio della liberazione delle due ragazze.

A confermare l'esistenza della sentenza a carico di Atrash è stata l'agenzia italiana Ansa, entrata in possesso di una copia digitale del testo, datato 2 ottobre 2015. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала