Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

“Politica Occidente distruttiva, asse Iran-Russia vs ISIS e per stabilità Medio Oriente”

© AFP 2021 / AHMED DEEBCombattenti ISIS, Siria
Combattenti ISIS, Siria - Sputnik Italia
Seguici su
Iran e Russia fin dal principio hanno capito la politica miope ed egemone dell'Occidente in Medio Oriente, che ha creato i presupposti per l'espansione del terrorismo con la nascita di ISIS e generato la crisi in Siria per spodestare Assad. Solo il piano di Putin per Teheran è l'unico in grado di portare stabilità nella regione.

I rappresentanti dell'Unione Cristiano-Sociale, partito della coalizione al governo in Germania, chiedono una cooperazione più attiva tra l'Occidente e la Russia, secondo la rivista Der Spiegel. Secondo il leader del partito, senza il coinvolgimento del presidente russo Vladimir Putin, riprendere il controllo della situazione in Siria per porre fine al conflitto sarà impossibile. La stessa opinione è condivisa dal cancelliere tedesco Angela Merkel.

Secondo l'editorialista dell'edizione persiana di Sputnik e redattore capo del giornale "Iran News" Emad Abshenass, l'Occidente sta ora raccogliendo i frutti della propria politica di distruzione e di fomentazione del terrorismo in Medio Oriente. Ad oggi su come affrontare la crisi siriana non si vedono alternative al piano di Vladimir Putin in Iran, ritiene Abshenass:

"Il principale artefice e regista della crisi siriana è l'Occidente stesso. Inoltre risulta essere il protagonista principale delle crisi in Medio Oriente, cercando di imporre i propri interessi nella regione. L'obiettivo dell'Occidente è realizzare il suo piano egemone in Siria e in Iraq, dopo che ha funzionato con successo in Libia.

Le posizioni della Russia e dell'Iran fin dall'inizio del conflitto in Siria e della crisi in Iraq coincidono. Si basano sul pieno sostegno del governo legittimo siriano, che ha scelto il popolo siriano. Teheran e Mosca concordano sul fatto che le alternative al dialogo pacifico per risolvere la crisi siriana non esistono. Inoltre l'Iran e la Russia mostrano di essere in sintonia sulla lotta contro il terrorismo nella regione: tutti i Paesi dell'area devono unirsi e e a livello internazionale combattere il terrorismo. Senza questa unità è impossibile contrastare il terrorismo. Soprattutto ora che i "tentacoli" dell'estremismo hanno già varcato i confini dei Paesi europei.

Senza discussioni le posizioni della Russia e dell'Iran sono univoche su questo tema. Inoltre i nostri Paesi dispongono di un grande potenziale per la lotta contro il terrorismo della regione."

Il piano promosso da Vladimir Putin per risolvere la crisi siriana comprendeva la creazione di un vasto fronte anti-terrorismo per contrastare ISIS, che deve raccogliere gli eserciti di Siria e Iraq e le milizie curde; presuppone che Assad rimanga al potere e con l'assistenza della comunità internazionale creerà un nuovo governo di unità nazionale.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала