Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Forum di Vladivostok, il business europeo torna a fare accordi con la Russia

© Sputnik . Ilya Pitaliov / Vai alla galleria fotograficaGazprom
Gazprom - Sputnik Italia
Seguici su
I grandi contratti stipulati durante il Forum Economico Orientale sono la conferma della disponibilità dell'Europa a ripristinare i vecchi rapporti energetici con la Russia, ritiene “Newsweek”.

Le principali compagnie energetiche dell'Europa vogliono tornare a fare affari come in passato con la Russia, nonostante il conflitto in corso in Ucraina e le sanzioni occidentali in vigore nei confronti di Mosca, scrive "Newsweek".

La conferma di questa tendenza è stato il Forum Economico Orientale a Vladivostok, in cui "Gazprom" ha siglato 3 importanti accordi con le principali società energetiche europee. Una delle operazioni più importanti è stato il rinnovo del contratto di scambio degli asset tra il colosso energetico russo e la società tedesca "BASF" del gruppo "Wintershall", si afferma nell'articolo.

Il secondo accordo è stato siglato tra "Gazprom" e i soci europei per una joint venture. Nel consorzio europeo entrano la holding tedesca BASF e la società energetica E.On, la società elettrica francese "Engie", la compagnia petrolifera austriaca OMV e la compagnia petrolifera anglo-olandese "Royal Dutch Shell". Il consorzio costruirà il secondo ramo di "Nord Stream", che permetterà alla Russia di fornire ulteriore gas in Germania aggirando l'Ucraina. Il terzo accordo prevede che la compagnia petrolifera e del gas austriaca OMV potrà sviluppare parte del giacimento di Urengoy, osserva la rivista.

Secondo l'A.D. di OMV Rainer Seele, la società intende svilupparsi ulteriormente insieme con "Gazprom", "confidando in una collaborazione nell'estrazione di gas naturale in Siberia", si afferma nell'articolo.

Pertanto gli accordi raggiunti a Vladivostok sono la dimostrazione del reciproco interesse per una partnership forte sia da parte dell'Unione Europea sia della Russia.

L'Europa è interessata alle forniture di gas russo, mentre la Federazione Russa ha bisogno di tecnologie e di mercati di sbocco, scrive la rivista.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала