Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Est Europa. Sta di casa qui la Nato

© REUTERS / Yves HermanIl segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg,
Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, - Sputnik Italia
Seguici su
Aperti i nuovi centri di coordinamento dell'Alleanza Atlantica nei tre Paesi baltici e in Bulgaria, Romania e Polonia.

Sono ufficialmente aperte le nuove basi avanzate (Nfiu) della Nato in sei paesi dell'est, Bulgaria, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia e Romania.

"Mentre la bandiera della Nato viene issata in sei dei nostri alleati orientali, la nostra intera Alleanza fa un grande passo avanti verso maggiori solidarietà, forza e prontezza."

Angela Merkel - Sputnik Italia
Merkel: manca ancora dialogo costruttivo tra Russia e NATO

Così il segretario generale, Jens Stoltenberg, nella cerimonia d'inaugurazione avvenuta oggi nel centro di comando e controllo di Vilnius.

I nuovi avamposti Nato sono aperti a Sofia, Tallinn, Riga, Bydoszcz e Bucarest oltre che a Vilnius. Si tratta essenzialmente di centri di comando dotati di personale ridotto (40 militari, di cui 20 forniti delle forze armate locali, mentre gli altri 20 provengono a rotazione da Paesi dell'Alleanza Atlantica) a disposizione della cosiddetta spearhead, la brigata Nato operativamente dispiegabile nel giro di 48 ore, che fa parte del corpo di reazione rapida, complessivamente forte di 40mila uomini.

Stoltenberg ha sottolineato che le basi "manderanno un messaggio chiaro: nessun alleato della Nato resta da solo. La Nato è qui. E la Nato è pronta a difendere tutti gli alleati contro ogni minaccia".

Alla cerimonia d'inaugurazione a Vilnius ha partecipato anche Dalia Grybauskaite, presidente delle Lituania, Paese che ha recentemente pubblicato e distribuito un vademecum sul comportamento da tenere in caso di guerra e nel quale l'arruolamento di volontari per la Guardia Nazionale ha raggiunto livelli record.

Per il vicesegretario generale aggiunto della Nato, James Appathurai, che ha partecipato all'inaugurazione dell'apertura del centro di coordinamento Nato in Bulgaria, a Sofia, si tratta di "un grande passo avanti per la nostra Alleanza. Ogni alleato della Nato ha impegni verso gli Stati membri. Tuttavia, i Paesi della regione rischiano di diventare più instabili e per difenderci dobbiamo adattarci." "Siamo insieme e ci difendiamo insieme", ha aggiunto Appathurai. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала