Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Serbia, in calo il favore del Paese all'integrazione europea

CC BY 2.0 / Valeria Fernández Astaburuaga / European unionQuali scenari si potrebbero delineare per aiutare sia i profughi che l`Unione Europea?
Quali scenari si potrebbero delineare per aiutare sia i profughi che  l`Unione Europea? - Sputnik Italia
Seguici su
Un sondaggio promosso da Faktor Plus rileva che il 42% dei cittadini della Serbia è favorevole all'ingresso del Paese nell'Unione Europea, mentre nel 2014, secondo Gallup, la percentuale era stimata al 55%. Euro entusiasmo in calo anche nei Paesi nuovi membri dell'Ue, che appare sempre più area di crisi.

Le bandiere della Russia e della Serbia con i nomi dei Paesi - Sputnik Italia
La Serbia dice no alle sanzioni UE contro la Russia
Il 42% dei cittadini in Serbia è oggi a favore di un ingresso del Paese nell'Unione europea. Dato in deciso calo rispetto a un anno fa. E' quanto emerge dall'ultimo sondaggio compiuto da Faktor Plus, società che si occupa di ricerche di mercato.

Secondo quanto riporta la stampa locale, la ricerca mostra come il 36% degli intervistati sia contrario all'ingresso in Ue, mentre il 22% ha risposto di non avere un'opinione in merito.

L'analista politico Dejan Vuk Stankovic, nell'illustrare i dati in una conferenza stampa, ha osservato che il numero dei favorevoli è in calo rispetto a dieci anni fa, quando due terzi della popolazione riteneva che la Serbia dovesse entrare nell'Unione europea.

"I risultati — ha detto Stankovic — sono influenzati da una percezione generale dell'Ue come un'area di crisi".

La tendenza rilevata in Serbia, ha aggiunto l'analista, è la stessa registrata in precedenza in altri Paesi, ora divenuti membri dell'Ue. In questi casi, l'euro entusiasmo dei cittadini ha registrato un calo crescente.

In un precedente sondaggio, condotto questa volta dall'Istituto di ricerca serbo Medium Gallup, commissionato dalla delegazione europea in Serbia e compiuto dal 26 marzo al primo aprile, le risposte positive sono state pari al 59%. Il risultato in questo caso va però letto in parallelo con il dato emerso attraverso la domanda su un'eventuale disponibilità degli intervistati a riconoscere l'indipendenza del Kosovo. Riconoscimento che potrebbe essere posto come condizione per l'ingresso nell'Ue. La percentuale degli intervistati che si oppose fu il 66%, mentre il 58% si dimostrò a favore di un proseguimento del dialogo politico fra Belgrado e Pristina sotto la mediazione di Bruxelles.

Secondo un ulteriore sondaggio presentato sempre da Gallup nell'aprile del 2014, il 55% dei cittadini serbi era allora a favore di un ingresso di Belgrado nell'Unione europea. La ricerca mostrava anche come il 56% dei cittadini ritenesse che l'adesione Ue avrebbe potuto arrecare maggiori investimenti. Il 54% riteneva invece che la tutela all'ambiente ne avrebbe tratto giovamento, mentre il 50% pensava che la qualità dei diritti civili, di cui era paladina la Vecchia Europa, avrebbe potuto aumentare.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала