Ucraina, urgente un cessate il fuoco entro il primo settembre

© Foto : Eliseo BertolasiDistruzione nel Donbass
Distruzione nel Donbass - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
L’esortazione è venuta congiuntamente dal presidente russo Vladimir Putin, dal presidente francese Francois Hollande e dalla cancelliera tedesca Angela Merkel in vista dell’inizio del nuovo anno scolastico.

Il presidente russo, Vladimir Putin, il presidente francese Francois Hollande e la cancelliera tedesca Angela Merkel, hanno rinnovato le pressioni oggi affinché si cessino le ostilità nell'est dell'Ucraina entro il primo settembre. Lo ha comunicato l'Eliseo in una nota diffusa oggi.

I tre leader — si legge nella nota — "sostengono con forza gli appelli per un pieno cessate il fuoco a partire dal primo settembre prossimo per l'inizio di un nuovo anno scolastico". I tre — si legge ancora nella nota — "hanno sottolineato l'importanza di un cessate il fuoco prolungato, sottolineando le difficoltà della popolazione civile nell'area". Inoltre, i leader di Francia, Russia e Germania "hanno evidenziato la necessità di ritirare al più presto gli armamenti sopra i 100mm dalla linea di contatto", definendo le prossime elezioni locali del 25 ottobre "un importante passo verso l'applicazione degli accordi di Minsk".

Nel mese di febbraio, i tre leader avevano siglato a Minsk un accordo di pace di 13 punti sulla riconciliazione in Ucraina che prevedeva, fra l'altro, il ritiro dell'artiglieria pesante dalla linea di contatto al fine di creare una zona cuscinetto entro la fine di febbraio. Un obiettivo che però non è stato ancora raggiunto, con Kiev e le milizie indipendentiste del Donbass che continuano ad accusarsi reciprocamente di proseguire nella violazione della tregua.    

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала