Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Strage di ferragosto, fermati gli scafisti

© AFP 2021 / Hafidh“Non è stato normale lasciare alla sola responsabilità dell'Italia il finanziamento di Mare Nostrum”. cosi dice il presidente della Commissione Europea
“Non è stato normale lasciare alla sola responsabilità dell'Italia il finanziamento di Mare Nostrum”. cosi dice il presidente della Commissione Europea - Sputnik Italia
Seguici su
Giovanissimi, per loro l'accusa è di omicidio volontario. Mantenevano l'ordine a bordo dello scafo lungo 13 metri con calci, pugni, bastoni e cinghie.

Una barca di migranti - Sputnik Italia
A Catania l'arrivo dei migranti dopo l'ultima tragedia del Mediterraneo
La Polizia di Stato e la Guardia di Finanza di Catania, coordinati dalla Procura, hanno messo in stato di fermo otto presunti scafisti, tra cui un minorenne, per i reati di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e di omicidio volontario plurimo, in seguito dello sbarco avvenuto ieri nel porto di Catania. Tutti giovanissimi, sono stati così riconosciuti i componenti dell'equipaggio del barcone salpato dalle coste libiche con a bordo 362 migranti provenienti dall'area sub-sahariana e mediorientale.

Harboob Ayooub, marocchino di vent'anni, è il comandante del barcone, mentre gli altri membri si occupavano della distribuzione dell'acqua, della disposizione dei migranti e, in considerazione dell'elevato numero dei clandestini, del mantenimento dell'ordine a bordo.

Quest'ultimo, si legge in una nota, "veniva esercitato con violenza mediante calci, pugni, utilizzo di bastoni e cinghie nei confronti soprattutto di quei migranti che cercavano invano di risalire dalla angusta stiva in cui erano ammassati e nella quale hanno trovato la morte verosimilmente per la mancanza di aria e le esalazioni dei fumi del motore. Di fatto le modalità del trasporto nonchè le condotte tenute dall'equipaggio hanno così causato la morte di 49 migranti".

Per la prima volta è stato individuato un gruppo di 116 marocchini, che non sono profughi. Nei loro confronti è stato emesso ieri sera un provvedimento immediato di respingimento. Saranno quindi portati al Cie di Trapani e nei prossimi giorni imbarcati con un volo ad hoc per il rimpatrio.

Jean-Claude Juncker: dobbiamo lavorare a fondo per agire sull'immigrazione in regola”. - Sputnik Italia
Ue, approvato fondo da 2,6 miliardi per aiutare membri su emergenza migranti

Intanto centosedici persone, in gran parte di nazionalità irachena e siriana, che si trovavano a bordo di un barcone in legno tipo "caicco" in balia del mare, sono state soccorse dalla Guardia costiera al largo delle coste calabre. L'intervento è stato effettuato ieri intorno alle 23 da due motovedette dislocate nei porti di Roccella Jonica e Crotone. L'allarme è scattato nel primo pomeriggio quando un aereo dell'Agenzia Frontex in attività programmata di pattugliamento nello Jonio meridionale ha avvistato l'unità a circa 110 miglia a sud-est di Capo Spartivento, sulla costa ionica reggina. Nel gruppo ci sono 56 uomini, 31 minori, tutti accompagnati, e 29 donne. Una di queste è incinta all'ottavo mese di gravidanza. Tra le persone sbarcate ci sono anche cinque invalidi, che sono stati aiutati a scendere con sedie a rotelle.

Si tratta del diciassettesimo sbarco dell'anno nella città dello Stretto, dove dal 12 aprile si è registrato l'arrivo di oltre 5.800 migranti.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала