ISIS e la minaccia delle armi chimiche

© AP Photo / albaraka_news, FileI terroristi dello "Stato Islamico"
I terroristi dello Stato Islamico - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Gli uomini di Al Baghdadi potfrebbero avere scorte di gas mostarda e altre sostanze. I servizi di intelligence confermano: credibile l'uso di iprite e clorina.

Dopo le conferme giunte in queste ore dai servizi di intelligence statunitensi e tedesco, che hanno definito credibile l'informazione secondo cui lo Stato Islamico sarebbe in possesso di armi chimiche, sale la preoccupazione per il salto di qualità nella guerra che il califfato sta combattendo in Siria e Iraq.

A riportarlo è stato ieri il Wall Street Journal, citando fonti del Pentagono che a loro volta davano corpo a ipotesi avanzate da ambienti militari di Berlino: i jihadisti dell'ISIS sono in possesso del cosiddetto gas mostarda e potrebbero averlo usato contro i peshmerga curdi nel corso di un attacco mercoledì scorso a Makhmour, a 50 chilometri da Erbil. Ieri il portavoce del ministro della Difesa tedesco aveva affermato che molti all'interno delle forze curde avrebbero avuto dopo l'attacco problemi respiratori.

Già nel marzo scorso il governo curdo aveva dichiarato di sapere che i miliziani del califfato avevano usato una bomba al cloro nel corso di un attacco. 

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала