Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Mafia Capitale, le accuse di Buzzi a Regione e Comune

© Sputnik . Олег Ласточкин / Vai alla galleria fotograficaEmergono i primi particolari dagli interrogatori di Salvatore Buzzi, nell'ambito dell'inchiesta Mafia Capitale
Emergono i primi particolari dagli interrogatori di Salvatore Buzzi, nell'ambito dell'inchiesta Mafia Capitale - Sputnik Italia
Seguici su
Pubblicati dalla stampa italiana i verbali degli interrogatori condotti dagli inquirenti con Salvatore Buzzi

Ex dominus delle cooperative romane al centro dell'inchiesta sulle infiltrazioni criminali nel Comune di Roma: "Tutti si rivolgevano a me per chiedere favori".

 Emergono i primi particolari dagli interrogatori di Salvatore Buzzi, in carcere dal 3 dicembre dello scorso anno nell'ambito dell'inchiesta Mafia Capitale, per il suo ruolo di collettore di finanziamenti e appalti nella gestione dei centri di accoglienza per i migranti. I verbali degli interrogatori a cui è stato sottoposto sono stati infatti pubblicati in queste ore dalla stampa italiana.

© AFP 2021 / Andreas SolaroDirezione Nazionale Antimafia
Direzione Nazionale Antimafia - Sputnik Italia
Direzione Nazionale Antimafia

Le parole di Buzzi sono relative all'interrogatorio che lui ed il suo avvocato hanno richiesto più volte e che si è svolto lo scorso 24 giugno nel carcere di Cagliari. Nelle dichiarazioni dell'indagato pesanti accuse ai vertici di Comune e Regione, nel tentativo di capovolgere forse il suo ruolo processuale, dipingendo uno scenario in cui figure come la sua sono in qualche modo vittime del sistema. Buzzi ha preso di mira il sindaco di Roma Marino ed il governatore della regione Lazio Nicola Zingaretti e, pur ammettendo il contenuto delle intercettazioni telefoniche a suo carico che secondo la Procura di Roma lo inchiodano alle sue evidenti responsabilità, ha insistito sul suo ruolo di concusso e sul potere politico che presiederebbe il sodalizio criminale.

Pesanti in particolare le accuse al governatore Zingaretti che, appresa la notizia della sua chiamata in causa, ha già annunciato che querelerà Buzzi per diffamazione. "Ecco la macchina del fango di Buzzi: 'che poi alcune volte so' veri, alcune volte non so' veri'" ha scritto il governatore sul proprio profilo Facebook, citando un passaggio della deposizione del suo accusatore. "Sono fatti in cui lui non è coinvolto — prosegue poi Zingaretti — ma gli vengono raccontati da terze persone, insomma lui stesso ammette che potrebbe trattarsi di cialtronerie, chiacchiericcio, falsità. Siamo alla delazione per sentito dire"

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала