Le prime pagine italiane del 3 agosto

Seguici suTelegram
La politica italiana, con la polemica interna al PD tra a fronda minoritaria ed il premier, è l'argomento maggiormente ricorrente nelle prime pagine di questo primo lunedì di agosto. Spazio poi agli sviluppi delle indagini sulla morte del giovanissimo turista italiano in una discoteca della riviera romagnola.

"Linea dura sulle discoteche". Apre proprio sulla tragica morte del giovane a Riccione: nel catenaccio "Sigilli al Cocoricò. Il Viminale: più controlli, se non sono sicure le chiudiamo". Poi a centro pagina l'immagine del presidente del Milan Silvio Berlusconi, al momento della firma per la cessione del 49% della proprietà della squadra di calcio meneghina all'imprenditore asiatico Bee: "Milan, c'è la firma, soldi per il mercato".

Per la Repubblica è a politica interna l'argomento di apertura, con la fronda dem contro il premier: "Scontro nel PD. Renzi: dico no al Vietnam" con le parole del premier da Tokyo, dove si trova in visita ufficiale, a proposito del rischio che in Senato manchino i voti per le riforme annunciate per i prossimi mesi. Poi di spalla il titolo sugli esteri, con "Netanyahu, promessa a Shira: Gli estremisti pagheranno".

Le parole del presidente USA sui gas serra aprono l'edizione di oggi de La Stampa, che titola: "L'offensiva di Obama sul clima". A centro pagina, Renzi: "I sindaci facciano di più, sul Mezzogiorno basta piagnistei".

Un'inchiesta sul Messico, attraversato dalla scia di sangue lasciata dal narcotraffico, è sulla prima de Il Fatto Quotidiano del lunedì, con "Fosse comuni, l'orrore ha conquistato il Messico".

Per il Giornale il titolo, tutto politico, è "Renzi, siamo al Vietnam". Poi nel sommario l'affondo del quotidiano di centrodestra: "La fronda promette guerriglia in Aula, il partito implode. E Matteo sembra sempre più premier a sua insaputa".

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала