Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ucraina, Pravy Sektor protegge autori della rivolta armata a Mukachevo ricercati da Kiev

© AP PhotoDisordini a Mukachevo
Disordini a Mukachevo - Sputnik Italia
Seguici su
Il portavoce di uno dei battaglioni ultranazionalisti ucraini ha dichiarato in tv di sapere dove si nascondo gli attivisti del partito coinvolti nei disordini di Mukachevo, ma questa informazione non sarà resa pubblica. In precedenza i media avevano riferito che i protagonisti degli scontri armati a Mukachevo potevano essere fuggiti in Polonia.

"Pravy Sektor", movimento ultranazionalista ucraino, si rifiuta di rivelare la posizione dei propri militanti che hanno preso parte ai disordini di Mukachevo, ha detto al canale televisivo "112 Ucraina" il portavoce del 13° battaglione del movimento Alexey Byk.

"Per quanto riguarda i nostri ragazzi che hanno preso parte agli eventi in Mukachevo: sono in un luogo sicuro, stanno tutti bene. Le loro vite sono in pericolo, per questo terremo il più stretto riserbo in merito a qualsiasi informazione su questo argomento," — ha detto.

In precedenza sui media era apparsa la notizia secondo cui gli attivisti di "Pravy Sektor", che avevano fomentato disordini e scontri armati nella regione della Transcarpazia, potevano essere fuggiti in Polonia.

L'11 luglio scorso gli attivisti del movimento ultranazionalista avevano ingaggiato uno scontro a fuoco con la polizia della città di Mukachevo, nella regione della Transcarpazia:

sono state usate mitragliatrici e lanciagranate e secondo gli abitanti del posto nel centro della città "si sentivano colpi di arma da fuoco e si vedevano correre uomini armati".

Secondo il ministero degli Interni dell'Ucraina, 4 persone sono morte e 13 sono rimaste ferite.

Diversi sospetti sono stati arrestati, mentre altri sono riusciti a fuggire. In seguito i funzionari delle forze dell'ordine della regione sono stati licenziati.

"Pravy Sektor" è un'organizzazione che unisce diversi movimenti ultranazionalisti ucraini di ispirazione nazifascista. Tra gennaio e febbraio 2014 uomini armati del movimento si erano scontrati con la polizia ed avevano occupato diversi edifici amministrativi a Kiev durante le proteste di Maidan, mentre a partire dal successivo aprile sono stati coinvolti nella repressione degli abitanti del Donbass contrari al colpo di stato.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала