Russia, Peskov: “Mosca potrebbe rispondere ‘a tono’ alle sanzioni Usa”

© Sputnik . Ramil SitdikovIl portavoce del Presidente russo Dmitry Peskov
Il portavoce del Presidente russo Dmitry Peskov - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Per il portavoce del Cremlino, le sanzioni sono “illegali” ed è “pensabile che possano essere applicate delle contromisure asimmetriche”.

Mosca potrebbe rispondere asimmetricamente all'ampliamento della lista delle sanzioni americane che sta danneggiando le relazioni bilaterali. Lo ha affermato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, rispondendo a una domanda dei giornalisti sulla eventuale risposta russa all'ampliamento della lista delle sanzioni.

"Il principio di reciprocità — ha avvertito il portavoce del Cremlino — è il principio base in questo scambio di sanzioni. Ma è assolutamente pensabile che possano essere applicate delle contromisure asimmetriche. La nostra attitudine nei confronti delle sanzioni Usa è ben nota e non è cambiata. Riteniamo le sanzioni illegali perché sono in violazione dello stato di diritto internazionale e di fatto provocano danni alle relazioni bilaterali".

Ieri gli Stati Uniti hanno incluso nella lista delle sanzioni relative al conflitto in Ucraina altre dieci persone e una ventina di imprese.    

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала