Il Cremlino spiega il senso della distruzione dei prodotti agroalimentari sotto embargo

© Sputnik . Michael KlimentyevPortavoce Cremlino Dmitry Peskov
Portavoce Cremlino Dmitry Peskov - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Il Cremlino ha chiarito che il decreto sulla distruzione dei prodotti agroalimentari oggetto dall'embargo russo è nato a seguito dell'aumento del contrabbando. Tale dichiarazione è stata fatta da Dmitry Peskov, portavoce del presidente russo.

"Lo Stato ha l'obbligo di impedire e di adottare le misure per contrastare qualsiasi contrabbando che provoca danni economici," — ha spiegato.

Ieri il presidente Vladimir Putin aveva firmato il decreto che contempla a partire dal 6 agosto la distruzione dei prodotti oggetto dell'embargo. Questa misura riguarda i prodotti agricoli, lattiero-caseari ed alimenti importati dai Paesi che hanno deciso di imporre sanzioni economiche contro cittadini ed imprese russe.

A giugno Mosca aveva prorogato l'embargo agroalimentare contro gli Stati Uniti, l'Australia, il Canada, la Norvegia e l'Unione Europea. Questa misura è ora valida fino al 6 agosto 2016.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала