Belgio, allevatori infuriati e colpiti dall'embargo russo bloccano l'autostrada

© Sputnik . Valery Titievsky / Vai alla galleria fotograficaCarne suina
Carne suina - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Gli allevatori belgi sono insoddisfatti del calo dei prezzi all'ingrosso dei prodotti, che hanno reso la produzione di latte e carne non redditizia. Le proteste si svolgono nelle Fiandre e in Vallonia, nel sud del Belgio.

L'Associazione dei produttori di prodotti lattiero-caseari in Belgio ha chiesto di aumentare il prezzo di acquisto del latte fino a 29 centesimi (+4 centesimi). Queste misure salveranno il settore lattiero-caseario dello Stato e gli allevatori dalla bancarotta, ritiene l'associazione. Ora il prezzo all'ingrosso del latte, crollato in Belgio a causa della soppressione delle quote di produzione, non copre i costi di produzione.

A loro volta gli allevatori suini del Paese chiedono alle autorità aiuti e sostegno finanziario dopo che l'embargo russo ha provocato un crollo dei prezzi a seguito dell'eccessiva offerta. Dopo l'introduzione dell'embargo Russia le esportazioni di carne di maiale dal Belgio sono scese del 20%. In precedenza erano state segnalate proteste da parte degli allevatori in Francia.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала