Russia, Peskov: “Bandire Ong non limita accesso a valori democratici”

© Sputnik . Sergey GuneevIl portavoce di Putin Dmitry Peskov
Il portavoce di Putin Dmitry Peskov - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Così il portavoce del Cremlino a proposito dell’associazione non governativa Usa National endowment for democracy bollata da Mosca come “indesiderata”

Il fatto che la Russia abbia bandito alcune organizzazioni non governative dal proprio territorio non limita l'accesso dei suoi cittadini ai valori democratici. Lo ha affermato oggi il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov.

"L'aver bandito una o più associazioni non governative — ha spiegato Peskov — ovviamente non vuol dire che comporti alcun tipo di limitazione per l'accesso dei cittadini russi ai valori della democrazia". Senza contare che, — ha proseguito il portavoce del Cremlino — la Russia ha già un grande numero di associazioni non governative sparse su tutto il territorio nazionale.

L'uficcio della procura generale della Federazione Russa a Mosca - Sputnik Italia
Russia, procura generale iscrive Ong Usa in lista "indesiderabili"
La precisazione di Peskov giunge dopo che ieri l'ufficio del procuratore generale aveva bollato l'Ong statunitense National Endowment for Democracy, fondata nel 1983, come "indesiderata" in Russia. La fondazione, che ha sede a Washington, è la prima organizzazione straniera ad essere riconosciuta in questo modo dalla Federazione Russa. La decisione passerà ora al ministero della Giustizia in modo che l'Ong americana sia ufficialmente inserita nella "categoria degli indesiderabili".    

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала