Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Energia, aziende russe potrebbero riaccendere contratti con la Siria

Seguici su
Lavori per 1,6 miliardi di dollari sui progetti approvati prima dello scoppio della crisi. Ma serve eliminare i rischi d’investimento e far tornare il paese alla stabilità.

Le aziende russe che operano nell'ambito del petrolio e del gas naturale potrebbero riaccendere contratti con la Siria per un totale di almeno 1,6 miliardi di dollari se i rischi d'investimento saranno eliminati e se la situazione del paese tornerà alla stabilità. Lo ha affermato Gissa Guchetl, direttore esecutivo dell'unione russa degli industriale del gas e del petrolio in un'intervista.

"Se cesseranno le azioni militari e se la situazione dovesse tornare stabile in Siria, — ha detto Guchetl — le aziende russe che avevano congelato le proprie attività a causa della guerra civile saranno pronte a rimettere in moto le loro attività in breve tempo per la realizzazione di progetti approvati prima dello scoppio della crisi per un totale di almeno 1,6 miliardi di dollari".    

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала