Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Strauss-Khan alla Germania: “Varoufakis ha ragione”

© AP Photo / Jose Luis MaganaFMI
FMI - Sputnik Italia
Seguici su
L'ex direttore del Fmi scrive una lettera aperta ai tedeschi sul blog dell'ex ministro delle Finanze ellenico. E' l'inizio di un sodalizio politico che mira a costruire un think tank europeo critico con l'attuale impostazione germanocentrica dell'UE.

"Cari amici tedeschi, un'Europa in cui voi dettate le leggi con un gruppetto di Paesi nordici e baltici al seguito, è inaccettabile per tutti gli altri".

© SputnikDominique Strauss-Kahn
Dominique Strauss-Kahn - Sputnik Italia
Dominique Strauss-Kahn

Parole aspre e fiere, sapientemente scritte da Dominique Strauss-Kahn, che, prima di perdere il posto all'Fmi per le vicissitudini boccaccesche, fu il potente ministro dell'Economia al fianco di Francois Mitterrand nelle trattative per la nascita dell'euro con la Germania riunificata.

"Europa è Michelangelo, Shakespeare, Cartesio, Beethoven, Marx, Freud, Picasso. Sono loro che ci hanno insegnato le basi condivise, l'equilibrio tra uomo e natura, religioso e secolare, fede e scienza, individuo e comunità. È grazie a questa eredità, perché è così radicata nel nostro essere collettivo, e perché continua a nutrire i risultati che abbiamo raggiunto, che siamo riusciti a porre fine alle nostre interne guerre territoriali".

Il punto per Strauss-Khan è che c'è bisogno, nell'attuale fase del capitalismo, di un'Europa che continui a "modellare la Storia", andando oltre il rigido rispetto delle regole e e della disciplina di "un'unione monetaria imperfetta forgiata su un accordo ambiguo tra Francia e Germania".

Invece, "voi contate i vostri miliardi — scrive Strauss-Kahn ai tedeschi — anziché usarli per aiutare chi sta peggio di voi, rifiutate di accettare una peraltro scontata riduzione dei crediti, mettere il risentimento davanti ai progetti per il futuro, voltate le spalle a quello che l'Europa dovrebbe essere, cioè una comunità solidale, a rischio che il castello vi crolli addosso".

Molto significativa la tribuna da cui è stata resa pubblica la lettera affondo dell'attuale Unione Europea, il blog di Yanis Varoufakis, l'ex ministro delle Finanze greco che sta mettendo insieme una formazione politica con ambizioni europee. Una formazione di sinistra, radicale, intransigente "ma non biecamente marxista-leninista", precisa Jean-Paul Fitoussi, l'economista che con Strauss-Kahn ha condiviso decenni di insegnamento in quell'atelier di cultura liberal che è la parigina SciencesPo. Al raggruppamento politico transnazionale hanno già dato la loro adesione informale alcuni prestigiosi economisti americani, da James Galbraith al premio Nobel Joseph Stiligliz, tutti critici in larga misura con la visione meramente monetaria e burocratica del Vecchio Continente. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала