“Stato islamico” ora usa armi chimiche

© AFP 2022 / PHILIPP GUELLANDArmi chimiche
Armi chimiche - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
La CNN comunica che un’inchiesta svolta da due organizzazioni indipendenti della Gran Bretagna ha confermato che i combattenti dello “Stato islamico” hanno usato armi chimiche contro i curdi dell’Autodifesa popolare e contro i civili.

I ricercatori di Conflict Armament Research e Sahan Research hanno indagato su 3 presunti casi di impiego delle armi chimiche. Due episodi sono accaduti in provincia di al-Hasaka, nel Nord-Est della Siria, il terzo caso riguarda una località nel Nord dell'Iraq. "È il primo caso, ufficialmente documentato, di uso delle armi chimiche contro i curdi e le strutture civili da parte dei combattenti ISIS", — ha comunicato un rappresentante di Conflict Armament Research.

La CNN cita anche il ministro degli Esteri dell'Australia, che ha dichiarato che lo "Stato islamico" già usa clorina e nel contempo sta reclutando tecnici altamente qualificati per creare una propria arma chimica. Secondo il giornalista britannico John Cantlie, prigioniero dello "Stato islamico", di cui è stata diffusa una lettera, entro un anno ISIS potrebbe disporre anche di una propria arma nucleare, in quanto ha i soldi e ci sono parecchie persone disposte ad aiutarlo.    

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала