Quotidiano polacco: Russia e Cina stanno diventando una sfida troppo grande

© Sputnik . Host photo agency/Alexander VilfPartecipanti al vertice SCO di Ufa
Partecipanti al vertice SCO di Ufa - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
L’Organizzazione di Shanghai per la cooperazione (SCO), in misura sempre maggiore, si sta affermando nell’arena intrernazionale, mentre l’Occidente sta perdendo il suo ruolo di garante della sicurezza, scrive il polacco “Gazeta Wyborcza”

Russia e Cina stanno portando avanti un progetto congiunto che porterà a un serio rafforzamento delle loro posizioni internazionali, scrive sulle pagine del quotidiano il pubblicista David Warszawski.

"L'Europa, che ha fatica a fronteggiare la tripla crisi (greca, ucraina e quella dei profughi), non si è quasi accorta del triplo vertice BRICS, SCO e UEE (Unione economica eurasiatica). E ha fatto male." — osserva Warszawski. 

Secondo il pubblicista polacco, le decisioni approvate a questi incontri potrebbero incidere sull'ulteriore destino dell'Europa.

I capi di Mosca e Pechino stanno intraprendendo dei passi per integrare la Nuova Via della Seta cinese con l'Unione economica eurasiatica della Russia, creando così uno spazio economico comune, esente da tariffe doganali, da Pechino fino a Minsk.

Il partner dominante sarà la Cina, mentre la Russia dovrà garantire la sicurezza della Via della Seta, indica Warszawski, riferendosi ad Alexandr Gabuev del Centro Carnegie di Mosca, secondo il quale Cina è la "banca" e Russia "un'arma potente".

Se però quello di "unione della seta" è un progetto soprattutto economico, SCO, che recentemente ha preso la decisione sull'ingresso di India e Pakistan, svolge invece un ruolo geopolitico e strategico. In sostanza, di questa unione fanno parte tante potenze nucleari, quante ce ne sono al Consiglio di sicurezza dell'ONU, mentre l'eventuale adesione dell'Iran (dopo la revoca delle sanzioni) porterà al rafforzamento della tendenza che è già in atto.

"Sotto i nostri occhi l'Occidente sta perdendo il suo ruolo di unico garante della sicurezza dei paesi in preda ai conflitti, mentre i paesi SCO hanno la forza e le risorse per farlo", — sottolinea David Warszawski.

Se la forza dell'economia cinese si unirà davvero alla forza delle armi russe, avremo a che fare con una forza geopolitica che per l'Occidente sarà difficile contrastare, conclude il pubblicista polacco.    

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала