Ministro Esteri Iran alza la voce contro Kerry e Mogherini nei negoziati sul nucleare

© REUTERS / Brendan SmialowskiIl ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif
Il ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Mercoledì in tarda sera all'hotel "Coburg" di Vienna, dove si svolgono i negoziati tra il "sestetto" di mediatori internazionali e l'Iran, ci sono state tensioni.

I principali media iraniani — "Irna", "Isna" e "Asr-e Iran" ed altri hanno scritto che la voce del ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif si sentiva oltre le porte chiuse della sala dove si svolgevano i colloqui.

Secondo fonti dell'agenzia iraniana, la voce del ministero degli Esteri iraniano si è alzata durante la seconda ora di negoziati. In risposta alle affermazioni del segretario di Stato USA John Kerry, che sospettava che l'Iran stesse minacciando la sicurezza in Medio Oriente, il ministro degli Esteri Mohammad Javad Zarif ha perso il controllo iniziando a gridare all'indirizzo del capo della diplomazia degli Stati Uniti:

"Se noi minacciamo la sicurezza nella regione, cosa avete fatto dando mano libera a Saddam Hussein?! Non provocate gli iraniani, potrebbe ostacolare i negoziati."

C'è stata una pausa tesa. In questo momento, scrive "Irna", davanti agli occhi dei ministri sono passati gli anni molto difficili dei negoziati che sarebbero potuti finire così ingloriosamente ora. Ha rotto il silenzio l'alto rappresentante dell'Unione Europea per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza Federica Mogherini, dichiarando di essere pronta a lasciare immediatamente la sala delle trattative se Zarif non avesse abbassato i toni. Poi il ministro degli Esteri iraniano ha ripreso il suo posto e con calma ma a voce alta ha esplicitamente detto:

"Tenete a mente, che in nessuna circostanza serve minacciare l'Iran. Non fate arrabbiare gli iraniani, non porterà nulla di buono!"

La promessa di Zarif è stata condivisa dal ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov che ha aggiunto: "Non fate arrabbiare nemmeno i russi," — ha detto un'altra fonte.

 

L'incidente è stato chiuso e i successivi colloqui si sono svolti normalmente.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала