Mosca sicura, parte delle sanzioni occidentali contro la Russia durerà per sempre

© Sputnik . Evgeny Biyatov / Vai alla galleria fotograficaBandiera russa a Sebastopoli, Crimea
Bandiera russa a Sebastopoli, Crimea - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Parte delle sanzioni antirusse imposte dai Paesi occidentali dopo il referendum in Crimea e Sebastopoli potrà continuare per sempre, ritiene il vice ministro degli Esteri russo Sergej Ryabkov.

"Penso anche che alcune delle sanzioni, come quelle che sono state introdotte a margine del referendum svoltosi lo scorso anno in Crimea e Sebastopoli, rimarranno in vigore per sempre. Perché non abbiamo intenzione di cambiare nulla nella nostra posizione sulla Crimea", — ha detto ai giornalisti a margine del vertice dei BRICS a Ufa.

Il 21 marzo 2014 il presidente russo Vladimir Putin, sulla base del risultato del referendum del 16 marzo in cui quasi il 97% degli elettori della Crimea aveva votato per l'ingresso nella Federazione Russa, ha firmato la legge sull'adesione della Crimea e Sebastopoli all'interno della Federazione.

Ai primi di luglio il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz aveva detto che la UE sarebbe tornata a collaborare con la Russia solo dopo la restituzione della Crimea in Ucraina.

"La ripresa della collaborazione dipende dal fatto che la Russia rispetti l'integrità territoriale e la sovranità dell'Ucraina, tra cui la Crimea", — aveva detto Schulze intervenendo nel Parlamento ucraino (Verchovna Rada).

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала