UE potrebbe riconoscere riunificazione tra Crimea e Russia dopo nuovo referendum con OSCE

© Sputnik . Evgeny Biyatov / Vai alla galleria fotograficaBandiera russa a Sebastopoli, Crimea
Bandiera russa a Sebastopoli, Crimea - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Nel 2014 gli abitanti della Crimea avevano votato un referendum. Secondo il segretario generale dell'OSCE, l'anno scorso gli osservatori dell'organizzazione avevano ricevuto l'invito per assistere al referendum, sebbene non fosse conforme con le regole adottate dall'organizzazione.

L'Unione Europea può prendere in considerazione i risultati di un nuovo referendum in Crimea, se si terrà sotto la supervisione dell'OSCE, ha detto a RIA Novosti una fonte altolocata a Bruxelles.

La Crimea e Sebastopoli sono diventate regioni russe dopo il referendum del marzo 2014, in cui la maggioranza si era espressa a favore della riunificazione con la Russia. Mosca ha sottolineato che il referendum in Crimea si è svolto in linea con il diritto internazionale e la Carta delle Nazioni Unite.

"Se verrà fatto osservando il diritto internazionale, sotto la supervisione dell'OSCE, possiamo tenerne conto (dei risultati del referendum, ndr)," — ha dichiarato la fonte diplomatica, quando gli è stato chiesto di commentare l'idea di alcuni esperti in Occidente, che hanno proposto di organizzare un nuovo referendum in Crimea per riconoscere definitivamente i suoi risultati.

In precedenza il segretario generale dell'OSCE Lamberto Zannier aveva detto che gli osservatori dell'OSCE nel 2014 avevano ricevuto l'invito per assistere al referendum in Crimea, sebbene non fosse conforme con le regole adottate dall'organizzazione.

Crimea - Sputnik Italia
Il passaggio della Crimea all'Ucraina non era conforme alla Costituzione URSS
Il ministero degli Esteri russo ha più volte detto che gli abitanti della Crimea con mezzi democratici e nel pieno rispetto del diritto internazionale e della Carta delle Nazioni Unite hanno votato a favore della riunificazione con la Russia, scelta che deve essere accettata e rispettata. Questa decisione è effettiva e deve essere presa in considerazione. Il ministero degli Esteri russo ha inoltre espressamente invitato l'Unione Europea a rispettare la libera scelta del popolo della Crimea.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала