Russia non è solo petrolio e gas: in crescita export beni industriali e servizi

Seguici suTelegram
Statistiche fresche confutano lo stereotipo secondo cui le uniche merci competitive che la Russia può offrire all'estero siano le materie prime.

Già oltre la metà delle esportazioni russe sono composte da beni e servizi industriali, ovvero non da materie prime, e la loro quota può solo crescere. Reattori nucleari, aerei, navi e prodotti meccanici russi possono essere trovati in diverse parti del mondo.

Per le vendite all'estero la Russia non offre solo petrolio e gas, come molti erroneamente credono. Nel 2014 la quota delle esportazioni non petrolifere (compresi i servizi di esportazione) è stata pari a più della metà del totale delle esportazioni, ovvero al 51,5%, corrispondente ad un importo di 286 miliardi di dollari.

Nei prossimi 5 anni le esportazioni dei beni non energetici dovrebbero aumentare in modo sostanziale e nel 2020 raggiungeranno circa 500 miliardi di dollari.

La Russia ha tradizionalmente solide esportazioni nei settori non primari. Si tratta del settore nucleare, dell'aeronautica e delle armi.

Un fisico-sperimentatore al lavoro - Sputnik Italia
Scienziati russi prevedono di costruire primo orologio nucleare nel mondo
Nel settore nucleare high-tech, la Russia è sempre stata un leader mondiale. La Russia ha promettenti progetti in tutto il mondo, come in Ungheria, Turchia, Vietnam, Egitto, Iran, Cina, Finlandia, etc. L'industria nucleare è satura di contratti per i prossimi decenni.

Un altro importante elemento delle esportazioni della Federazione Russa è l'export delle armi e delle attrezzature militari. Nel 2014 il volume delle esportazioni di armi dalla Russia è stato pari a 15,5 miliardi di dollari. Al momento l'export militare russo raggiunge 62 Paesi, ma in base agli accordi firmati sono previste forniture in 91 Paesi. La quota di armi e attrezzature militari russe sul mercato internazionale è stimata al 27%.

Tu-160 - Sputnik Italia
“I nuovi aerei TU-160 sono bombardieri da guerra ideali per la Russia”
Nel settore dell'aeronautica militare la leadership conquistata dall'Unione Sovietica è stata mantenuta dalla Russia. A primo impatto nell'aeronautica civile si è dimostrato che il potenziale scientifico e industriale, dopo la stagnazione degli anni '90. non è andato perduto: è uscito l'aereo SSJ-100. Dopo gli sviluppi è venuto fuori un nuovo velivolo in sostituzione dell'An-2, realizzato con l'impiego di materiali compositi. Alla fine del 2014 erano stati firmati 175 contratti con pagamento anticipato per la fornitura di questi aerei.

Incrociatore missilistico Marina russa Moskva - Sputnik Italia
L'Arabia Saudita è interessata alle navi da guerra della Russia
Negli ultimi anni è iniziato a crescere l'export dei mezzi meccanici di trasporto. Le speranze sono riposte sulla vendita di velivoli, navi e imbarcazioni, così come autocarri, veicoli speciali ed attrezzature ferroviarie.

La Russia sta sviluppando attivamente l'esportazione di energia elettrica e delle apparecchiature per le centrali elettriche.

Il Paese non è solo ricco di petrolio, gas, carbone e metallo. Questo le ha permesso di diventare uno dei leader delle esportazioni di metallo. La Russia dispone del 5-5,5% della produzione del mercato mondiale di ferro.

Vladimir Putin all'università di Tomsk - Sputnik Italia
Litio addio, ora arriva la batteria che non si spegne mai
Un posto speciale è riservato anche all'esportazione di pietre e metalli preziosi, ovvero oro, diamanti, platino, compresa l'industria dei metalli preziosi. La base di materie prime nel Paese è enorme, l'unico problema consiste nel fatto che la produzione nazionale deve essere sviluppata. Al momento la maggior parte dei metalli e delle pietre preziose sono esportate dalla Russia allo stato naturale.

Altamente competitivi nel mondo sono i fertilizzanti russi, dal momento che il Paese produce tutti i tipi di materie prime per essi.

Inoltre la Russia esporta grano, pesce e frutti di mare, così come olio di semi, mangimi ed oli grassi. Per quanto riguarda il pesce, concretamente la Russia è tra i primi tre maggiori esportatori. Nei prossimi 5 anni è stata fatta una scommessa sulle esportazioni dei prodotti ittici ad alto valore aggiunto, cosa che incrementerà gli introiti.

Si può osservare la crescita delle vendite di prodotti software nei mercati esteri da parte di grandi aziende russe come ABBYY, Kaspersky, Yandex ed altri. Questi sono i segmenti in cui le posizioni della Russia sono in costante crescita. I software russi sono installati nei computer di tutto il mondo.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала