Grecia, banche chiuse in attesa del referendum

© REUTERS / Alkis KonstantinidisPrimo ministro greco Alexis Tsipras durante la sessione parlamentaria ad Atene, Grecia, il 28 Giugno, 2015
Primo ministro greco Alexis Tsipras durante la sessione parlamentaria ad Atene, Grecia, il 28 Giugno, 2015 - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Comincia la settimana più lunga per Atene: il 5 luglio i cittadini saranno chiamati ad esprimersi sul bailout proposto dall'Europa. Intanto, banche chiuse e prelevamenti bancomat contingentati a 60 euro.

Banche chiuse in Grecia, dopo a decisione della BCE di chiudere i rubinetti del fondo di emergenza e reazione delle Borse molto nervosa questa mattina in tutte le principali piazze di contrattazione. La paura della Grexit cresce sui mercati oggi raffica di sospensioni dei titoli per eccesso di ribasso.

Dopo il dibattito a palazzo Syntagma con il via libera del parlamento ateniese alla consultazione referendaria, sabato l'annuncio di Tsipras alla TV di Stato greca sulla decisione di chiudere temporaneamente gli istituti di credito.

"Ci hanno chiesto di accettare pesi insopportabili che avrebbero aggravato la situazione del mercato del lavoro e aumentato le tasse".

Questo uno dei passaggi dell'intervento del giovane premier ellenico, che ha accusato Francoforte, ma soprattutto il Fondo Monetario Internazionale, di rappresentare un ostacolo nelle trattative.

Ministro Finanze greco Yanis Varoufakis e presidente Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem - Sputnik Italia
Crisi Grecia, Eurogruppo ignora la proposta di referendum: “discussione sui contenuti”
E mentre in un solo giorno in Grecia sono stati ritirati oltre 700 milioni di euro, dopo l'annuncio sulla consultazione di domenica prossima, circolano già i primi sondaggi. Secondo due diversi istituti di ricerca vedrebbero in vantaggio i favorevoli al piano UE. Secondo Kapa Research il risultato sarebbe al momento nettissimo, con 47% per il sì, 33% per il no e la quota indecisi sotto il 20%. Un secondo sondaggio, commissionato ad Alco dal settimanale Proto Thema, mostra risultati ancora più schiaccianti per il sì, visto di buon occhio dal 57% degli intervistati, con il solo 29% che voterebbe per la rottura della trattativa. 

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала