La bufala dell'aggressione russa è vantaggiosa per i piani militari USA in Polonia

© AP Photo / Czarek SokolowskiMissili "Pariot" degli USA in Polonia
Missili Pariot degli USA in Polonia - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
La demonizzazione della Russia e i continui allarmi su una sua possibile aggressione sono sfruttati dagli USA e dalla Polonia, suo Paese satellite in Europa centro-orientale, per contenere l'espansione dell'influenza russa, ritiene il giornalista polacco specializzato in filosofia politica Bronislaw Lagowski.

Il giornalista polacco specializzato in filosofia politica Bronislaw Lagowski osserva che la Polonia e gli Stati Uniti temono che la Russia possa diventare una potenza sovraregionale.

Da molto tempo l'obiettivo principale della Polonia è "ottenere" le basi militari statunitensi, fatto che indica la dipendenza di Varsavia da Washington, scrive il giornalista specializzato in filosofia politica Bronislaw Lagowski nella rivista polacca "Przeglad".

"Negli ultimi 20-25 anni non eravamo minacciati, ma ora quando i russi si sono riuniti con la Crimea, già non serve alcuna spiegazione, è tutto chiaro: la Russia può decidere di annetterci," — scrive ironicamente il giornalista.

Ritiene fortemente esagerate le opinioni secondo cui la Russia stia cercando di "ridisegnare la mappa del mondo" e sia "una minaccia per i Paesi dell'Europa centrale, inclusa la Polonia."

Ha sottolineato che le basi militari imposte da Washington o in risposta alle richieste di Varsavia sono la prova che la Polonia non è in grado di essere indipendente.

Spiega che gli interessi strategici di Washington e la "basomania" delle autorità polacche collimano, perché questi due Paesi non vogliono che la Russia diventi una potenza sovraregionale. Gli Stati Uniti, sottolinea Lagowski, per raggiungere questo obiettivo hanno un proprio metodo: circondare la Russia con le basi militari.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала