Le sanzioni costeranno all'Europa 100 miliardi di euro

© AP Photo / Yves LoggheBandiera UE riflessa dai vetri di una porta
Bandiera UE riflessa dai vetri di una porta - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Le stime calcolate da un consorzio di giornali europei sono di gran lunga peggiori di quanto previsto dall'UE: nel lungo periodo anche 2 milioni di posti di lavoro a rischio.

Pubblicato oggi in diversi Paesi europei un reportage realizzato dal consorzio giornalistico LENA sul tema delle sanzioni europee alla Russia, decise dopo l'inizio della crisi ucraina. A comporre il Leading European Newspaper Alliance ci sono i  francesi de Le Figaro ed il belga Le Soir, il tedesco Die Welt, lo spagnolo El Pais, la testata italiana La Repubblica, oltre alle due testate svizzere Tages-Anzeiger e Tribune de Genève.

Secondo quanto riportato nello studio pubblicato oggi, e basato l'Europa potrebbe perdere nel lungo periodo molto di più di quanto scritto nella relazione interna sulle sanzioni redatta dalla Commissione UE lo scorso 27 maggio. Premesse e conclusioni dei due studi sono infatti significativamente diversi.

Bandiere UE - Sputnik Italia
Le sanzioni antirusse minacciano la "felicità economica" della UE

Se nel breve periodo infatti le perdite stimate dall'UE sono non dissimili da quanto calcolato dal consorzio giornalistico, a fare la differenza è l'analisi del cosiddetto lungo periodo, valutazione questa che assume grande importanza alla luce della recente decisione UE di prorogare le sanzioni nei confronti della Russia fino al gennaio 2016.

L'intera zona euro arriverebbe a perdere oltre 100 miliardi di euro, con una proiezione sulla perdita di posti di lavoro da capogiro: 2 milioni di persone.

Sul piano delle perdite per i singoli Paesi, oltre alla Germania che, in qualità di principale partner economico e commerciale della Russia in Europa, arriverebbe a perdere quasi mezzo milione di lavoratori e oltre 27 miliardi di euro, c'è proprio l'Italia. Nella prospettiva di lungo periodo così, l'Italia brucerebbe oltre 200mila posti di lavoro legati all'export mancante e all'indotto, arrivando ad accusare una flessione in termini di perdite economiche pari a oltre 11 miliardi di euro. 

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала