Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Abu Mazen ha deciso di sciogliere il governo palestinese

© AFP 2021 / ABBAS MOMANILeader della Palestina Abu Mazen (Mahmud Abbas)
Leader della Palestina Abu Mazen (Mahmud Abbas) - Sputnik Italia
Seguici su
La decisione del leader dell'Olp sarebbe dopo l'irritazione di Ramallah per i negoziati Hamas-Israele per la tregua di 5 anni condotti da Hamas in Qatar. E mentre i media internazionali rilanciano la notizia, il portavoce di Hamas frena: no a cambiamenti senza il consenso di tutte le parti.

Il leader dell'Organizzazione per la Liberazione della Palestina, Abu Mazen ha deciso di sciogliere il governo di unità nazionale guidato da Ramdi Hamdallah. La scelta sarebbe arrivata al culmine di una serie di momenti di tensione tra le due principali fazioni al governo della Striscia di Gaza, Fatah e Hamas, degli ultimi mesi.

Alexis Tsipras, primo ministro della Grecia - Sputnik Italia
La Grecia può riconoscere la Palestina

E sarebbe stata proprio la scelta di negoziare autonomamente una tregua con Israele, notizia circolata negli ultimi giorni sui media internazionali ma su cui si erano avute indiscrezioni non confermate già alcuni mesi fa, a fare decidere al leader palestinese di mettere fine all'esperienza del governo unitario. Alla presenza di diplomatici di Egitto, Turchia e Qatar, nei giorni scorsi diversi dirigenti di Hamas si erano riuniti a Doha per trovare un accordo con la controparte israeliana su una tregua di almeno 5 anni. Sul piatto della bilancia Israele avrebbe fatto pesare la proposta per la costruzione di un porto galleggiante, che verrebbe gestito sotto sorveglianza internazionale, davanti alle coste di Gaza.

Abu Mazen che, secondo quanto riferito da diverse fonti internazionali, avrebbe già ricevuto le dimissioni del premier Hamdallah, sarebbe intenzionato ad affidare nuovamente l'incarico allo stesso primo ministro uscente, stavolta però incaricato di formare un governo "non più di tecnici ma di politici".

Dura la reazione di Hamas che, per bocca del suo portavoce, ha respinto ogni ipotesi di rimpasto.

"Rigettiamo ogni cambiamento unilaterale del governo di unità nazionale in assenza di accordi fra tutte le parti — ha dichiarato ieri Sami Abu Zuhri — Al Fatah ha fatto tutto da solo, nessuno ci ha consultato".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала