Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Attacco a consolato tunisino a Tripoli

© AFP 2021 / Salah Habibi Evacuazione dei turisti dal museo del Bardo di Tunisi
Evacuazione dei turisti dal museo del Bardo di Tunisi - Sputnik Italia
Seguici su
Dieci dipendenti del consolato tunisino a Tripoli, in Libia, sono stati rapiti da un gruppo di "uomini libici armati " che ha fatto irruzione negli uffici della rappresentanza diplomatica. Lo riferisce l'agenzia di stampa ufficiale tunisina Tap, che riporta la condanna del ministero degli Esteri di Tunisi dopo l'attacco.

La notizia era stata inizialmente diffusa dal giornalista tunisino Moez Somrani, che si trova a Tripoli. Secondo quanto riportato da Somrani, tra le persone rapite ci sarebbero il viceconsole Bechir Chennaoui, Mohieddine Bouali, Jamel Chaibi e Fathi Arfaoui.

Secondo un fotoreporter della tv tunisina El Hiwar Ettounsi, Moez Somrani, una giornalista tunisina sarebbe riuscita a sfuggire al sequestro.

Per il ministero degli Esteri di Tunisi, che segue con "preoccupazione" gli ultimi sviluppi, l'attacco rappresenta

"un'evidente violazione delle risoluzioni internazionali e delle consuetudini diplomatiche che garantiscono la sicurezza e l'inviolabilità delle missioni diplomatiche e dei consolati".

Per il governo di Tunisi, non riconosciuto dalla comunità internazionale, si tratta di una

"palese aggressione contro la sovranità nazionale tunisina".

Nei giorni scorsi era stato proprio il Parlamento di Tobruk, riconosciuto ufficialmente, a bocciare la proposta dell'Onu di un governo di unità nazionale, ma il 'no' non starebbe rallentando gli sforzi della comunità internazionale, impegnata nella ricerca di un interlocutore stabile, anche nel tentativo di arginare i flussi di partenze di migranti. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала