Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il futuro dell’Artico

© Sputnik . Vladimir TrefilovSergey Donskoy, ministro delle risorse naturali e dell'ecologia russo
Sergey Donskoy, ministro delle risorse naturali e dell'ecologia russo - Sputnik Italia
Seguici su
La Russia va avanti con i suoi progetti nell’Artico.

Il ministro delle Risorse Naturali e dell'Ecologia, Sergey Donskoy, ha fatto sapere che quest'anno il ministero intende investire più di 2 miliardi di rubli nei programmi che vengono realizzati in questa regione. Il piano è basato sulle tecnologie nazionali, per cui le sanzioni non possono impedirli.

© Sputnik . Sergei MamontovStazione polare russa "Polo nord-2015"
Stazione polare russa Polo nord-2015 - Sputnik Italia
Stazione polare russa "Polo nord-2015"

Gli specialisti occidentali non hanno mai negato il loro interesse per l'Artico e la disponibilità a investire in questo progetto le risorse e le loro competenze. Tuttavia le sanzioni, varate un anno fa, hanno costretto molti a rinunciare alle proprie ambizioni. L'embargo proibisce alle società occidentali di partecipare ai lavori di trivellazione offshore nell'Artico e le obbliga a cessare le forniture di tecnologie e attrezzature. Ovviamente, sono stati proibiti anche gli investimenti. Tuttavia, ben presto è diventato chiaro che avrebbero continuato comunque a investire, fa notare il direttore del Centro di studi artici dell'Accademia delle scienze della Russia, Vladimir Pavlenko.

"Si tratta di paesi che partecipano al lavoro del Consiglio artico in qualità di osservatori e di quelli che stanno realizzando dei propri programmi nella regione artica, ossia Corea del Sud, Cina e India. Potrebbero essere la principale fonte di eventuali investimenti nelle condizioni delle sanzioni".

Ma non si tratta soltanto di risorse energetiche. Si pensi anche al progetto della via marittima del Nord. Che sia economicamente conveniente, oggi ormai non lo mette in dubbio nessuno, pertanto la Russia può contare sull'aiuto da parte dei suoi alleati più stretti, sottolinea il direttore dell'Istituto per lo sviluppo dello Stato moderno Dmitry Solonnikov:         

"La cooperazione tra Russia, India e Cina, mirante a creare un triangolo geopolitico, può essere estremamente interessante in primo luogo dal punto di vista dei trasporti. I mari della Russia sono molto più attraenti rispetto a quelli del Canada, meno esplorati e con condizioni di navigazione più difficili. Se vogliamo considerare l'Artico come una rotta commerciale tra Est e Ovest, occorre parlare in primo luogo della Russia. Tra i paesi interessati ci sono i nostri alleati più stretti che a breve potrebbero darci il loro sostegno in Artico. Ciò rafforzerà seriamente le posizioni geopolitiche della Russia".

© Sputnik . Alexander KovalyovMar Glaciale Artico
Mar Glaciale Artico - Sputnik Italia
Mar Glaciale Artico

Per quanto riguarda i progetti offshore, la Russia ha già raggiunto dei risultati importanti. Per esempio, in primavera è stato messo in esercizio un nuovo pozzo del progetto "Sakhalin-1". In genere, in seguito l'Artico potrebbe diventare un punto di traino di tutta l'economia del paese, ma per questo tutte le regioni artiche della Russia devono congiungere i loro sforzi. Secondo Vladimir Pavlenko, in futuro l'Artico diventerà un progetto mondiale:

"Nell'Artico dobbiamo cooperare, perché l'approccio deve essere globale. Ciò riguarda non solo la scienza, ma anche le tecnologie. La natura è unica e pensando allo sviluppo dell'umanità dobbiamo fare tutto il possibile per non provocare dei danni. Lo possiamo fare soltanto se lavoreremo insieme, pertanto credo che siamo votati a cooperare".

La valorizzazione delle ricchezze del Nord e lo sviluppo di questa regione rimangono per la Russia uno dei compiti più importanti. Questo progetto richiede un approccio integrato che preveda non solo l'estrazione delle risorse, ma anche la loro trasformazione, l'attività continua di esplorazione dei nuovi territori e approfondimenti su quelli già esplorati, nonché la modernizzazione di tutte le inftrastrutture. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала