Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Libia, Gentiloni: Cruciale intesa in due settimane

© Andrey Stenin / Vai alla galleria fotograficaCombattente in Libia
Combattente in Libia - Sputnik Italia
Seguici su
Ieri vertice tra Italia, Algeria ed Egitto sulla crisi libica. Oggi riprendono i negoziati del mediatore ONU Leon in Marocco.

Ultimi tentativi di raggiungere l'accordo per un governo di unità nazionale in Libia, ad una decina di giorni dall'inizio del Ramadan, fissato mesi fa dal diplomatico spagnolo Bernardino Leon come termine per raggiungere un accordo. Il mediatore Onu per la crisi libica, che già la scorsa settimana aveva espresso il suo pessimismo sul buon esito dei negoziati, incontrerà da oggi in Marocco per un nuovo round di consultazioni i rappresentanti di Tobruck e Tripoli.

Militanti di ISIS - Sputnik Italia
Libia, Leon: ISIS vuole che la guerra civile continui

E proprio in preparazione dei negoziati libici di Skhirat ieri vertice trilaterale voluto dall'Italia con Algeria ed Egitto, considerati i principali sostenitori delle forze rispettivamente di Tripoli e Tobruck. Dopo un primo tavolo a tre, voluto sempre dalla Farnesina e svoltosi a Roma lo scorso 8 aprile, Italia, Algeria ed Egitto si sono sedute nuovamente ieri attorno ad un tavolo per discutere della crisi libica. Incontrando i cronisti al termine della riunione, il ministro degli Esteri italiano Gentiloni ha parlato di due settimane come "cruciali" per raggiungere un governo di unità nazionale.

Dall'incontro con il capo della diplomazia egiziana Sameh Shoukry e con il ministro per gli Affari maghrebini algerino, Abdelkader Messahel, Gentiloni è uscito con la convinzione che esistono

"alcuni margini possibili di successo",

tornando a rivolgersi direttamente alla popolazione libica, assicurando sostegno e sicurezza da parte della comunità internazionale in caso di accordo tra le parti.

La situazione tra le parti è di muro contro muro, mentre prosegue l'avanzata sempre più minacciosa dell'ISIS. Di due giorni fa la notizia della conquista di villaggi costieri nella zona del golfo di Sirte, considerati strategici perché sulla rotta che conduce ai maggiori terminal petroliferi del paese. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала