Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il primo anno del presidente Poroshenko: anno delle delusioni

© Sputnik . Nikolay Lazarenko / Vai alla galleria fotograficaInsediamento di Petr Poroshenko
Insediamento di Petr Poroshenko - Sputnik Italia
Seguici su
Un anno fa in Ucraina veniva eletto Petr Poroshenko. Il presidente è venuto al potere con quasi il 55% dei voti, sulla scia delle sue promesse elettorali: cessare il conflitto nel Donbass, riavere la Crimea, migliorare la vita dei cittadini e entrare nell’UE.

Andriy Lysenko, portavoce ATO delle forze armate ucraine nel Donbass - Sputnik Italia
Forze di sicurezza ucraine in stato di allerta e pronte a combattere nel Donbass
Tuttavia il 3 giugno nel Donbass sono ricominciati i combattimenti, l'economia sta vivendo una recessione senza precedenti, il paese è sull'orlo del default, mentre il tenore di vita dei semplici ucraini, ai quali Poroshenko aveva promesso il benessere, sta rapidamente calando. Secondo gli ultimi sondaggi, in un anno il rating del presidente è sceso dal 55% al 33%.

Nel Donbass Poroshenko prima ha cercato di risolvere il conflitto con la forza, ma quando l'offensiva delle truppe ucraine si è arenata, ha accettato le trattative. Gli ultimi accordi, raggiunti a Minsk il 12 febbraio 2015, prevedono che Donetsk e Lugansk devono rientrare nell'ambito dell'Ucraina, ma prima Kiev deve garantire alle regioni un'ampia autonomia. Kiev però non ha fretta di farlo.

Quanto ai rapporti con l'Occidente, l'UE e gli USA sono ovviamente irritati dalla lentezza con cui procedono le riforme in Ucraina. L'abolizione dei visti con l'Unione Europea è ancora lontana, come ha dimostrato il recente vertice di Riga del Partenariato orientale. Kiev sperava che a Riga venisse ufficialmente riconosciuta la prospettiva della sua adisione all'UE, ma l'Europa non è pronta a fare neanche questo. Il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha dichiarato che le prospettive di ingresso nell'UE dell'Ucraina e degli altri paesi del Partneariato orientale (Moldavia, Azerbaigian, Armenia, Georgia e Bielorussia) "al momento non esistono".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала