Russia deve rispondere a decisioni “repressive” UE

© Security & Defence AgendaVladimir Chizhov, rappresentante permanente Russia presso UE
Vladimir Chizhov, rappresentante permanente Russia presso UE - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
In risposta alle "decisioni repressive" della UE, che ha limitato l'accesso all'Europarlamento al rappresentante permanente di Mosca in Europa Vladimir Chizhov e all'intera delegazione russa, devono seguire azioni analoghe, ritiene Konstantin Kosachev, presidente della commissione Esteri del Consiglio della Federazione (camera alta Parlamento).

"Non dovevano fare così. In risposta alle recenti decisioni repressive dell'Unione Europea devono seguire azioni analoghe della Russia: bilanciati o sbilanciate poco importa, ma deve essere fatto qualcosa. Non siamo stati i primi ad intervenire, ma in ogni caso non possiamo lasciare l'ultima parola,"

— ha scritto oggi sulla sua pagina Facebook il senatore.

Ieri il Parlamento europeo ha deciso di limitare l'accesso libero alle sessioni al rappresentante permanente della Russia presso la UE Vladimir Chizhov, in risposta alla blacklist russa, ha riferito l'ufficio stampa del presidente dell'Europarlamento Martin Schulz. Inoltre il Parlamento europeo ha sospeso la cooperazione con la commissione parlamentare di cooperazione UE-Russia e lascerà passare i deputati della Duma e del Consiglio della Federazione nell'Europarlamento con pass ad ingresso singolo.

 

 

 

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала