Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Impresentabili, Cantone: “Bindi ha sbagliato”

© Sputnik . Andrei Starostin / Vai alla galleria fotograficamartello giustizia
martello giustizia - Sputnik Italia
Seguici su
Parla il presidente dell'Anticorruzione: situazione giuridica inedita, no a letture in chiave politica.

In un'intervista rilasciata oggi al quotidiano italiano La Repubblica, parla Raffaele Cantone, presidente dell'Authority Anticorruzione. Argomento centrale, naturalmente, l'elezione di Vincenzo De Luca a governatore della Campania e l'impasse politica creatasi dopo la presentazione della blacklist dei cosiddetti "impresentabili" a poche ore dal voto regionale di domenica scorsa.

"Questa vicenda degli impresentabili è stato, per me, un grave passo falso, un errore Istituzionale".

giornali - Sputnik Italia
La lista degli “impresentabili” per le elezioni regionali italiane

Questo il passaggio in cui Cantone, pur riconoscendo a Rosi Bindi i meriti per il modo in cui sta interpretando il ruolo di presidente della commissione parlamentare dell'Antimafia, afferma che in quel caso la decisione assunta è stata sbagliata. E lo fa, descrivendo due ordini di ragioni. In primo luogo, secondo il parere di Cantone, perchè è fuorviante "istituzionalizzare" i cosiddetti impresentabili

"per loro stessa natura possono essere candidabili, eleggibili, non indagati eppure non idonei a entrare nella pubblica amministrazione".

Come dire, non è una sentenza o un'indagine l'unico metro di misura per stabilire l'opportunità di una candidatura.

Questo primo errore di metodo poi, secondo il magistrato, ne fa scaturire un altro: quello di dare "il bollino blu" a quanti non vedendosi inseriti nella blacklist si sentirebbero pienamente legittimati.

"La commissione — conclude Cantone — deve fare altro: studiare, cogliere nessi, indagare fenomeni".

tribunale - Sputnik Italia
De Luca denuncia la Bindi

Ora il nodo sollevato da molti giuristi italiani sulla tempistica entro cui dovrebbe scattare la "Severino", che porterà alla sospensione temporanea dalla carica De Luca. I partiti di opposizione, intesta il M5S hanno già annunciato una serie di ricorsi per bloccare l'insediamento del neogovernatore, allo scopo di fare indire nuove elezioni in Campania. Non è di questo avviso Cantone che, pur parlando di situazione controversa, non sembra avere dubbi: De Luca deve potersi insediare e nominare la sua Giunta, e solo dopo interverrà la legge Severino che farà scattare la sospensione.

La soluzione, come anche invocato da De Luca, è in mano alla politica. Nelle prossime ore sapremo se sarà il Governo a decidere per decreto, o se si passerà dal parlamento, con prevedibile allungamento dei tempi ed il rischio una regione "non governata" fino alla soluzione del rebus.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала