Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

USA. Bloccate le intercettazioni telefoniche dei cittadini

Seguici su
Divergenze sul Patriot Act non consentono un accordo al Senato, bollato come irresponsabile dalla Casa Bianca.

A partire da oggi l'Nsa, agenzia per la sicurezza nazionale statunitense, non potrà più raccogliere i dati telefonici.

Il Senato degli USA non ha trovato un accordo per prolungare l'autorizzazione della sezione 215 del Patriot Act, base giuridica che consente le intercettazioni telefoniche dei cittadini statunitensi.

A opporsi è stato Rand Paul, candidato per il partito Repubblicano alla Casa Bianca.

‘‘Dobbiamo rinunciare alla nostra libertà, come se nulla fosse successo? Abbiamo intenzione di lasciar fare senza dire nulla? Io, in ogni caso, non posso accettarlo. E credo che anche gli americani non vogliano accettarlo", ha detto il senatore.

Sede National Security Agency (NSA) - Sputnik Italia
“USA Freedom Act” per continuare la sorveglianza

Il Senato deve ancora approvare la nuova legge ‘‘Freedom Act'‘, già passata alla Camera, che contiene una riforma del sistema di sorveglianza messo sotto accusa dopo le rivelazioni di Edward Snowden. Per non creare un vuoto normativo, si sarebbe dovuta estendere l'autorizzazione del Patriot Act. La Casa Bianca ha definito "irresponsabile" il comportamento del Senato.

La notizia arriva a due anni di distanza dall'inizio del Datagate, lo scandalo che ha portato alla luce il sistema di intercettazioni compiute dall'Nsa nei confronti di milioni di cittadini. L'inchiesta che ha sollevato il caso, condotta dal Guardian e da altri mezzi d'informazione, è stata possibile grazie a documenti riservati diffusi dall'ex collaboratore dell'agenzia, Edward Snowden, che vive in Russia ed è ricercato dall'Fbi.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала