Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

“Poroshenko sfrutta guerra nel Donbass per assolversi da fallimento sua politica”

© Foto : Eliseo BertolasiAbitante del Donbass
Abitante del Donbass - Sputnik Italia
Seguici su
La resistenza nel Donbass non è una guerra del popolo ucraino, ma di Petr Poroshenko, che non ha mantenuto nessuna delle promesse elettorali ed ha fallito su tutti i fronti, ritiene Galina Mokrushina, docente di filosofia all'Università di Ottawa.

Una pace duratura nel sud-est dell'Ucraina è possibile solo se ci sarà un cambio di potere a Kiev, tuttavia nel breve è improbabile che si concretizzi questo scenario, ha affermato in un'intervista con RT Galina Mokrushina, docente dell'Università di Ottawa e scrittrice.

"Per Poroshenko la guerra è l'unico modo per spiegare agli ucraini perché non ha rispettato nemmeno una delle sue promesse elettorali. Se guardiamo gli oggettivi indicatori di quello che ha raggiunto mentre è stato al potere, si noterà che ha completamente fallito. L'economia ucraina è in ginocchio e sull'orlo del default, la moneta nazionale si è svalutata di 3 volte rispetto alla presidenza del "dittatore" Yanukovych",

— argomenta la Mokrushina.

Nel Donbass non si riesce a raggiungere la pace e Petr Poroshenko sta cercando disperatamente di cancellare i suoi errori con la guerra, ritiene l'analista.

"Dalle conversazioni con i testimoni diretti degli eventi, mi sono resa conto che le persone non sono infelici dell'Ucraina come Paese e degli ucraini come popolo. Odiano le autorità di Kiev e ritengono che questa guerra sia una battaglia per gli interessi economici delle grandi multinazionali, che non sia una guerra del popolo ucraino, ma una guerra delle autorità di Kiev",

— aggiunge la Mokrushina.

 

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала