Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Un mese di EXPO, al padiglione Italia lavori in corso in quello russo si mangia e si beve

© Luca BrunoExpo 2015, "Nutrire il pianeta, energia per la vita"
Expo 2015, Nutrire il pianeta, energia per la vita - Sputnik Italia
Seguici su
Si avvia alla conclusione il primo mese dell'esposizione Universale di Milano. A ripercorrerlo se ne sono viste di tutti i colori. Dalla violenza dei black block, all'allegria delle scolaresche tra i viali della manifestazione, dalle gaffe nelle traduzioni dall'inglese ai gadget made in India.

Si avvia alla conclusione il primo mese dell'esposizione Universale di Milano. A ripercorrerlo se ne sono viste di tutti i colori. Dalla violenza dei black block, all'allegria delle scolaresche tra i viali della manifestazione, dalle gaffe nelle traduzioni dall'inglese ai gadget made in India.

Caos e Quiete

Il 1 maggio, giorno di apertura dell'EXPO, Milano è stata colpita dalla furia dei black-block, che si sono infiltrati nella manifestazione di protesta regolarmente autorizzata scontri con la polizia, vetrine spaccate e macchine (spesso di incolpevoli cittadini) date alle fiamme. Uno scenario di guerra a cui il giorno dopo ha risposto la Milano che non ci sta, ed al motto #Nessuno tocchi Milano» 20 mila persone sono scese nelle vie della città devastate il giorno prima ed hanno ripulito i muri imbrattati, cancellando le tracce del caos del giorno prima. Di quest'ultimo è rimasto in rete il video di un ragazzo, che in 2 minuti di frasi sconclusionate inneggianti alla violenza è diventato lo zimbello della rete.

Nessuno tocchi il panino

 "Quando il commissario Giuseppe Sala dice che a Expo c'è posto per tutti, che ospita Slow Food e McDonald's insieme, a me viene un'aritmia. Perché davanti a chi vende un panino con la carne a un euro e venti come si fa a spiegare il valore e i prezzi di chi alleva e produce secondo certi criteri? "

Così si è espresso il fondatore di Slow Food Carlin Petrini all'inagurazione del suo padigilione. La grande multinazionale americana, al cui ristorante si rifocilla la maggior parte dei visitatori dell'EXPO,  ha vinto la gara d'appalto per i servizi di ristorazione ed ha risposto per le rime al fondatore di Slow Food:

© FotoMc Donalds risponde a Slowfood sull'EXPO
Mc Donalds risponde a Slowfood sull'EXPO - Sputnik Italia
Mc Donalds risponde a Slowfood sull'EXPO

Sul fronte del merchandising, non va meglio: le magliette ufficiali dell'evento sono "made in India" (anche se recano la scritta "orgoglio Italia") e si trovano all'interno del sito espositivo solo in un negozio improvvisato su un ape car — i temporary shop dei licenziatari ufficiali saranno pronti tra una settimana dice il commissario unico Giuseppe Sala — mentre è spuntata anche una versione a KM 0 o quasi, che gioca sull'assonanza tra EXPO ed un diffuso cognome napoletano:

Piove sempre sul bagnato

Come in ogni grande evento mondiale che si rispetti, anche tutto ciò che accade ad Expo passa sotto la lente dei social network: nel bene, ma più spesso nel male. Se alle Olimpiadi di Sochi avevano fatto il giro del mondo le foto delle toilette doppie, ad EXPO la galleria degli errori tocca i tasti più dolenti di quella che nelle presentazioni dovrebbe essere una sorta di "Olimpiade" del cibo: lavori non finiti, traduzioni sbagliate,  servizi complementari che lasciano a desiderare.

Come si suol dire "piove sempre sul bagnato" e questa foto lo conferma: non erano queste le "vie d'acqua" che dovevano essere uno dei fiori all'occhiello dell'EXPO? Si, prima che gli ingegneri si accorgessero che sarebbe mancata la pressione necessaria a mantenerle in funzione ed i finanzieri visitassero l'ufficio del costruttore vicentino Maltauro, che aveva vinto l'appalto in cambio di "favori".

© FotoIl rendering originale del progetto "Le vie dell'acqua" per l'EXPO 2015.
Il rendering originale del progetto Le vie dell'acqua per l'EXPO del 2015 - Sputnik Italia
1/2
Il rendering originale del progetto "Le vie dell'acqua" per l'EXPO 2015.
© Foto : Facebook "Expo 2015 Fail"Nonostante il progetto, è proprio il caso di dirlo sia naufragato, all'EXPO di Milano "Le vie dell'Acqua" ci sono lo stesso..
All'EXPO di Milano Le vie dell'Acqua ci sono lo stesso.. - Sputnik Italia
2/2
Nonostante il progetto, è proprio il caso di dirlo sia naufragato, all'EXPO di Milano "Le vie dell'Acqua" ci sono lo stesso..
1/2
Il rendering originale del progetto "Le vie dell'acqua" per l'EXPO 2015.
2/2
Nonostante il progetto, è proprio il caso di dirlo sia naufragato, all'EXPO di Milano "Le vie dell'Acqua" ci sono lo stesso..

 

Com'è vivere o lavorare ad Expo 2015? Lo racconta a Sputnik Italia, uno dei responsabili dell'accoglienza delle delegazioni ufficiali al Padiglione russo di EXPO:

Per quanto riguarda l'aspetto organizzativo ora le cose vanno meglio, come tutti i grandi eventi, il meccanismo si sta consolidando ed è più facile muoversi e lavorare. I primi giorni è stato più caotico, sopratutto quando ci si è messo anche lo sciopero dei mezzi pubblici, a cui in Russia non siamo abituati. 

Secondo un'indagine del Sole 24 ore il padiglione russo è uno dei più popolari tra i media:

Anche i visitatori apprezzano le particolarità del padiglione russo:

I visitatori apprezzano le lezioni delle danze popolari russe, le master class di cucina e le degustazioni di bevande. Molti si lamentano perchè il costo del biglietto è caro e negli altri padiglioni non si trova da mangiare, nonostante l'EXPO sia sul cibo, per questo quando vengono da noi e possono assaggiare qualcosa sono molto contenti. Alle scolaresce invece piace la scuola di pittura. Il nostro programma è molto ricco, ogni giorno e i risultati si vedono: sabato il padiglione russo ha fatto registrare il record di visite, circa 16 mila in un giorno solo.  

Per il padiglione russo inizia un periodo molto importante: il 10 giugno a Milano per visitare l'EXPO arriverà il presidente della Federazione Russa Vladimir Putin, che ha raccolto l'invito di Matteo Renzi in occasione dell'incontro bilaterale di marzo a Mosca. Agli organizzatori di EXPO  altre tre settimane per fare bella figura.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала