Lavrov: lotta all'immigrazione non deve condurre alla violazione dei diritti umani

Seguici suTelegram
Il ministro degli Esteri della Russia Sergej Lavrov ha dichiarato che la lotta contro l’immigrazione illegale dai paesi dell’Africa non deve condurre alla violazione dei diritti dell’uomo.

"Non conosciamo ancora i particolari di queste proposte, quando le avremo, naturalmente le studieremo nel contesto della la necessità di porre fine all'immigrazine illegale, di escludere l'uso dei flussi di migrazione da parte dei terroristi, ma avendo in mente anche la necessità di garantire il rispetto delle norme fondamentali del diritto internazionale, in primo luogo del diritto umanitario e dei diritti dei profughi e degli sfollati", — ha detto Lavrov nel corso di una conferenza stampa dopo la riunione del Comitato dei Ministri del Consiglio dell'Unione Europea a Bruxelles.

Lavrov ha informato che la questione dell'immigrazione illegale proveniente dal Nord del continente africano è stata discussa con il capo della diplomazia europea Federica Mogherini.

"Bruxelles ha un'iniziativa che prevede l'uso di forze navali per stroncare questa prassi illegale, ieri la proposta è stata approvata dai ministri degli Esteri e della Difesa dell'Unione Europea. Federica Mogherini ha comunicato che questa iniziativa sarà presentata all'ONU", — ha detto il ministro russo.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала