FMI promuove il primo trimestre italiano

© AP Photo / Jose Luis MaganaSede FMI a Washington
Sede FMI a Washington - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Cauto ottimismo da parte del Fondo Monetario Internazionale che ha rivisto al rialzo le stime sul PIL 2015 dell'Italia: +0,7%.

Al termine della settimana di incontri e visite con le strutture ministeriali e governative italiane, i tecnici del Fondo Monetario Internazionale promuovono l'Italia. E' questo in estrema sintesi il giudizio espresso dal FMI nel corso dell'incontro con la stampa.

"Il primo trimestre è andato molto più forte di quanto atteso, mentre per il 2016 siamo ancora cauti perchè vogliamo vedere in che misura riprenderanno gli investimenti"

Questo il giudizio di Petya Koeva Brooks, capo missione del Fondo per questa 7 giorni di tavoli di confronto con i tecnici dei ministeri e della Banca d'Italia. Le previsioni per la crescita nel prossimo biennio vengono così aggiustate verso l'alto, andando adesso a collimare con lo 0,7% previsto da DEF del Governo Renzi per il 2015, e scendendo di poco sotto le aspettative italiane con un 1,2% per il 2016. Secondo gli economisti del Fondo il rimbalzo negativo del prossimo anno sarà sostenuto dall'aumento delle esportazioni e dalle maggiori spese di aziende e consumatori.

Nella lettera consegnata al termine della missione in Italia, il Fondo non manca di sottolineare quelle che vengono definite importanti riforme economiche e strutturali, invitando il Paese ad "andare avanti con l'agenda delle riforme". Sul piano delle ricette economiche di cui a detta di Washington il Belpaese avrebbe bisogno,  è proprio il completamento delle percorso delle riforme annunciate a rappresentare l'aspetto più importante. Dopo la fase recessiva, si legge nel documento, il sostegno al processo di riassetto del settore bancario ed una riduzione importante del rapporto deficit/PIL sono considerate condizioni irrinunciabili per tornare a crescere. Critiche sul passo indietro fatto nel Def italiano, rispetto alla precedente legge di bilancio, sul tema delle privatizzazioni, su cui il Fondo suggerisce di "ritornare a quegli obiettivi ambiziosi".

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала