Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L’indice «Better life index»: Italia al 23° posto nel mondo

© Foto : OSCE/Mikhail EvstafievФлаги с логотипом ОБСЕ в Вене
Флаги с логотипом ОБСЕ в Вене - Sputnik Italia
Seguici su
Lo studio dell’Ocse – un’anticipazione del rapporto che sarà divulgato in ottobre – viene presentato insieme al lancio della versione italiana del Better Life Index (Bli).

Benché l'Ocse non stili graduatorie di paesi — se si elabora un indice aggregato delle 11 dimensioni (dando loro pesi identici) si nota che le performance dei 36 Paesi non si discostano molto: si va dal terzetto di testa (Australia, Svezia e Norvegia) intorno a quota 8, alle ultime (Messico e Turchia) sotto quota 4. L'Italia si trova nella seconda metà della classifica (23ª) con un indice sintetico pari a 5,82. 

L'Italia si posiziona alla 13esima posizione nell'equilibrio tra lavoro e vita. Ma siamo al 14esimo posto per il reddito e al 17esimo per la salute. Relazioni sociali  al 21esimo posto, impegno civile al 23esimo, abitazione e sicurezza al 24esimo. La soddisfazione personale ci vede al 27esimo posto, mentre occupazione e istruzione sono fanalini di coda: rispettivamente al 29esimo e al 21esimo posto.

La ricerca, informa l'Ocse, si basa sulle risposte di oltre 3.600 persone e prende in considerazione 11 fattori benessere in 36 paesi che fanno parte dell'Ocse, oltre al Brasile e alla Russia.

Il "Better Life Index" fornisce indicazioni anche sulle disparità tra le regioni europee nei diversi ambiti. Particolarmente evidente la differenza nell'occupazione tra  la provincia di Bolzano, tra le migliori, e la Campania, ultima in classifica.  Ampie differenze regionali esistono anche in materia di sicurezza (ai poli opposti provincia di Trento e Calabria), ambiente (Sardegna la migliore, Lombardia la peggiore) e reddito (ancora provincia di Bolzano e Campania).

Molto positivo a livello generale il risultato relativo alla salute, dove 18 regioni italiane conseguono i migliori risultati in area Ocse. Diversamente nell'istruzione, settore in cui tutte le regioni italiane conseguono risultati inferiori rispetto alla media Ocse.

La ricerca dà informazioni anche su cosa conta di più per gli italiani: al primo posto c'è la salute, al secondo l'istruzione e al terzo la soddisfazione personale.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала