Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ebola: il paziente italiano ha la febbre ma è lucido

© Fotolia / nanomanproVirus Ebola
Virus Ebola - Sputnik Italia
Seguici su
Secondo bollettino medico del Centro specialistico Spallanzani di Roma: l'infermiere sardo, rimasto contagiato in Sierra Leone, ha iniziato il trattamento con il farmaco sperimentale autorizzato dall'AIFA.

Lorenzin: nessun rischio contagio.

© AP Photo / Michael DuffL'infermiere italiano era rimasto infettato dall'Ebola durante la sua permanenza in un campo Emergency in Sierra Leone.
L'infermiere italiano era rimasto infettato dall'Ebola durante la sua permanenza in un campo Emergency in Sierra Leone. - Sputnik Italia
L'infermiere italiano era rimasto infettato dall'Ebola durante la sua permanenza in un campo Emergency in Sierra Leone.

Diffuso il secondo bollettino medico sulle condizioni di salute dell'infermiere sardo contagiato dal virus Ebola. L'uomo, che nella notte tra martedì e mercoledì è stato trasferito dalla Sardegna fino al Centro specializzato Lazzaro Spallanzani di Roma, ha iniziato il trattamento specifico antivirale con un farmaco sperimentale autorizzato dall'Agenzia Italiana del Farmaco. Il team di medici della struttura stanno prendendo in considerazione anche l'ipotesi di trattare il paziente con plasma di un donatore già guarito  dalla malattia. Le condizioni dell'infermiere di Emergency sarebbero peggiorate nella nottata, secondo quanto è stato possibile leggere nel secondo bollettino, diffuso alle 12 questa mattina.

"Il paziente con Ebola ricoverato ieri mattina è febbrile, lucido e collaborante. Da questa notte è comparsa un sintomatologia gastrointestinale importante"

Questo il passaggio della nota diffusa dall'ufficio stampa dell'ospedale romano, che già nei mesi scorsi aveva curato, fino alla sua completa guarigione, un medico siciliano rimasto contagiato dal virus  in Sierra Leone. In attesa di sviluppi, che verranno come di consueto aggiornati ogni 24 ore, il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha confermato quanto dichiarato già ieri dal direttore scientifico dello Spallanzani, Giuseppe Ippolito che, a margine della conferenza stampa seguita all'arrivo del paziente, aveva escluso la possibilità che il virus si fosse già potuto propagare. "Quando l'infermiere è arrivato il virus non si era ancora manifestato — ha dichiarato Lorenzin intervenendo alla trasmissione televisiva Uno Mattina — i sintomi si sono verificati in Sardegna e si è subito autoisolato ed è stato poi ricoverato".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала