Dopo Putin e Obama la Turchia condanna le parole di Hollande per il genocidio armeno

© Sputnik . Alexei Nikolsky / Vai alla galleria fotograficaPutin e Hollande durante la cerimonia commemorativa del genocidio armeno ad Yerevan
Putin e Hollande durante la cerimonia commemorativa del genocidio armeno ad Yerevan - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Nella giornata di ieri il ministero degli Esteri della Turchia aveva condannato per simili affermazioni sul genocidio armeno il presidente russo Vladimir Putin, il presidente americano Barack Obama e il presidente della Germania Joachim Gauck.

Ankara condanna il presidente francese Francois Hollande per le sue dichiarazioni sul genocidio armeno avvenuto durante l'Impero Ottomano nel 1915, si legge in un comunicato diffuso oggi dal dicastero della diplomazia turca.

Nella giornata di ieri nel corso di una cerimonia commemorativa ad Yerevan, Hollande aveva dichiarato che la Francia non avrebbe mai potuto dimenticare la tragedia del genocidio armeno.

"Ci si sarebbe potuto aspettare da Hollande che nel corso della cerimonia avrebbe riconosciuto che tutti i cittadini dell'Impero Ottomano, a prescindere dalla religione o dalla nazionalità, avevano vissuto tragedie durante il processo di disgregazione. Purtroppo ha scelto di continuare il suo approccio discriminatorio. La Turchia rifiuta categoricamente e condanna l'ingiusto pregiudizio della Francia. Questo approccio non può essere considerato positivo per 600mila turchi che vivono in Francia,"

— si afferma nel comunicato del ministero degli Esteri turco.

Nella giornata di ieri il ministero degli Esteri della Turchia aveva condannato per simili affermazioni sul genocidio armeno il presidente russo Vladimir Putin, il presidente americano Barack Obama e il presidente della Germania Joachim Gauck.

 

 

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала