USA: un poliziotto uccide afroamericano disarmato

Seguici suTelegram
A North Charleston, nel South Carolina, l’agente di polizia Michael Slager ha ucciso l’afroamericano Walter Scott, sparandogli otto colpi alla schiena.

L'uomo era disarmato. L'episodio era accaduto ancora in settimana scorsa, ma si è cominciato a parlarne dopo che i media americani hanno pubblicato un video girato da un testimone dell'uccisione.

Il tutto è accaduto il 4 aprile. Secondo le prime informazioni, l'agente ha fermato l'afroamericano, perché la sua auto aveva un fanale rotto. Tra i due è scoppiato un diverbio. Quando l'uomo ha cercato di fuggire, il poliziotto ha sparato.

L'episodio è stato filmato da un testimone. Nel video si vede bene che l'agente spara ben otto colpi alla shiena dell'uomo.

Successivamente il poliziotto ha spiegato che aveva sparato, perché temeva per la sua vita, in quanto pochi istanti prima l'afroamericano era riuscito a impossessarsi del suo taser. Il video però ha inchiodato l'agente che è stato già accusato di omicidio. L'FBI e il Ministero della giustizia USA hanno aperto due inchieste parallele.

 

Questo episodio non è il primo quest'anno: nel primo trimestre del 2015 negli Usa per mano della polizia in media sono morte ogni giorno più di 3 persone, la maggior parte dei quali non di razza europoide.

© SputnikInfografica sugli omicidi a sfondo razziale compiuti dalla polizia USA
Infografica sugli omicidi a sfondo razziale compiuti dalla polizia USA - Sputnik Italia
Infografica sugli omicidi a sfondo razziale compiuti dalla polizia USA
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала