Italia, torna la fiducia delle imprese ma cresce la disoccupazione

© AP Photo / Riccardo De LucaIn gennaio e` aumentato il tasso di disoccupazione e la Lega Nord protesta per piazza. febbraio 2015
In gennaio e` aumentato il tasso di disoccupazione e la Lega Nord protesta per piazza. febbraio 2015 - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Dati Istat in chiaroscuro: cresce la fiducia dei consumatori e delle imprese, ma anche la disoccupazione, soprattutto quella giovanile.

Dopo la soddisfazione di ieri, oggi la doccia fredda. Di questi giorni infatti i dati diffusi dall'Istituto italiano di statistica su fiducia delle imprese e dei consumatori e sulla disoccupazione, con numeri solo apparentemente in contrasto.

Il dato relativo alla fiducia nella ripresa economica, resi noti nella giornata di ieri, mostrano infatti un netto miglioramento, facendo registrare numeri record da un decennio a questa parte. La fiducia delle imprese infatti sale a 103 (su base 100 riferito al 2010), rispetto al 97 fatto registrare a febbraio. Il "deciso miglioramento", come sottolineato dalla relazione introduttiva dell'ISTAT, riporta questo indicatore al livello più alto dal 2008 in tutti i settori.

Ancora migliore la performance relativa alla cosiddetta fiducia individuale, quella dei consumatori, che schizza a 100, dal 107 dello scorso febbraio, segnando il record addirittura da giugno 2002.

© Foto : Meeting RiminiIl ministro del lavoro Giuliano Poletti
Il ministro del lavoro Giuliano Poletti  - Sputnik Italia
Il ministro del lavoro Giuliano Poletti

Di oggi invece i dati sulla disoccupazione, con un aumento su base annua (più 100mila occupati rispetto al febbraio 2014) ma una frenata rispetto agli ultimi due mesi di questo 2015: le assunzioni insomma hanno nuovamente rallentato. Preoccupa infine il dato relativo alla disoccupazione giovanile, in crescita al 42,6%. Di ieri le parole del ministro del lavoro Giuliano Poletti che, intervenendo al Forum "Tutto Lavoro", ha parlato di "aspettative importanti", incoraggiate dalla relazione tecnica allegata alla legge di stabilità 2015, che prevede la detassazione sulle nuove assunzioni. "Ci sono fino a 1,9 miliardi di sgravi — ha affermato il ministro — e questo potrebbe portare ad 1 milione di posti di lavoro. E' un 'numerone' — ha chiosato Poletti — ma i primi sintomi ci sono".

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала