Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Consob sospende opa su Ray Way

© AP Photo / Antonio CalanniБывший премьер-министр Италии Сильвио Берлускони
Бывший премьер-министр Италии Сильвио Берлускони - Sputnik Italia
Seguici su
Sono necessarie maggiori informazioni da parte di Ei Towers, società del gruppo Mediaset.

La Consob, chiamata a valutare la bozza di prospetto informativo sull'offerta pubblica di acquisto e scambio lanciata a fine febbraio da Ei Towers per intraprendere la scalata di Rai Way, la controllata di Viale Mazzini che gestisce le infrastrutture e gli impianti di trasmissione della tv di Stato, ha chiesto ulteriori informazioni sull'operazione e di sospendere la tabella di marcia, fino alla ricezione delle stesse, entro 15 giorni.

Le delucidazioni richieste riguarderebbero l'avvio dei contatti con la controparte. I dubbi della Consob però non fermano Ei Towers che oggi ha ricevuto il via libera plebiscitario da parte dei soci all'aumento di capitale al servizio dell'opas su Rai Way. Ha votato sì il 99,99% del capitale presente in assemblea.

Secondo l'ad Guido Barbieri "le richieste della Consob sono fisiologiche, l'istruttoria è prevista dalla legge". E prosegue dichiarando che ora Rai Way si deve esprimere sul progetto industriale, "perchè non accetteremo una quota del 49% senza governance".

 Ei Towers, società controllata da Mediaset, aveva annunciato lo scorso febbraio un'offerta pubblica d'acquisto e scambio per acquisire la totalità di Rai Way, attualmente controllata da Rai al 65%. L'obiettivo è quello di creare un polo unico delle torri televisive di trasmissione. Sull'offerta incombono diverse incognite a cominciare dal decreto di quotazioni di Rai Way che prevede che il Tesoro mantenga una quota di controllo pari da almeno il 51% del capitale.

 Intanto, il Consiglio dei ministri esaminerà questo pomeriggio alle 16 la riforma della Rai e del servizio pubblico radiotelevisivo.

Il testo, voluto personalmente da Renzi, prevede la nascita di un amministratore delegato con poteri rafforzati e un consiglio di amministrazione di sette membri, quattro votati dalle Camere, due dal Tesoro (di cui uno diverrebbe ad) e uno dai lavoratori.

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала