Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Le prime pagine italiane del 26 marzo

© AFP 2021 / Denis BoisОбломки самолета авиакомпании Germanwings во французских Альпах
Обломки самолета авиакомпании Germanwings во французских Альпах - Sputnik Italia
Seguici su
Le indagini sull'incidente aereo del volo Germanwings e l'arresto, avvenuto in Italia, dei tre reclutatori jihadisti aprono le prime pagine dei quotidiani italiani in questo giovedì 26 marzo.

Spazio anche alla politica interna, con l'accelerazione del governo sull'Italicum e le nuove misure di contrasto al terrorismo.

 "Il dolore e i dubbi sula sicurezza". Sceglie di aprire così La Stampa. Il quotidiano torinese, che riporta in prima l'immagine dei capi di governo Rajoy, Merkel e Hollande sul luogo del disastro, chiude l'edizione senza la notizia, pubblicata nella notte italiana dal NY Times, delle prime indiscrezioni sulla scatola nera.

Notizia che invece appare su La Repubblica, che apre proprio con il virgolettato della fonte anonima del quotidiano newyorchese: "Un pilota chiuso fuori dalla cabina" Airbus, l'ipotesi shock del suicidio. A consividere i titoli di apertura troviamo poi la politica interna, con "la stretta del governo sulle intercettazioni" che dovrebbe portare secondo le intenzioni dell'esecutivo ad un limite sulla loro pubblicazione sulla stampa.

L'abbraccio tra Mariano Rajoy e Francois Hollande è la foto centrale della prima pagina de Il Corriere della Sera. Anche qui, la notizia riportata dal NY Times: "Trovata la scatola nera: i mistero di uno dei piloti rimasto chiuso fuori dalla cabina". In taglio centrale la politica interna con "L'affondo di Renzi" sull'Italicum, ossia la legge elettorale in via di approvazione in parlamento e su cui il premier italiano ha parlato di urgenza: "è come gli 80 euro" si legge nell'occhiello.

La rivelazione, ancora non ufficiale, del New York Times in prima anche sul romano Il Messaggero: "Un pilota chiuso fuori dalla cabina".

Il Giornale sceglie l'arresto dei tre uomini, accusati di essere reclutatori organici al califfato in Italia: "L'ISIS è già qui" è il titolo molto forte del quotidiano milanese che nel sommario rincara la dose: "Vivono tra noi, alla faccia dei buonisti".

La notizia sulle nuove misure antiterrorismo che il Ministero degli Interni presenterà alla Camera, tra cui la possibilità per gli investigatori italiani di introdursi e monitorare tablet, cellulari e computer, apre due quotidiani, che offrono una lettura decisamente opposta. Se per il quotidiano cattolico Avvenire infatti, il decreto antiterrorismo è "la risposta giusta", per il Fatto Quotidiano "Ci frugano nelle email con la scusa dell'ISIS".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала