Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Via le sanzioni, l' Europa non deve essere così stupida

© AP Photo / Markus Schreiber Sahra Wagenknecht, Linke-Vizefraktionschefin im Bundestag
Sahra Wagenknecht, Linke-Vizefraktionschefin im Bundestag - Sputnik Italia
Seguici su
Secondo Sahra Wagenknecht, le sanzioni introdotte contro la Russia stanno danneggiando in primo luogo l’economia europea e quella della Germania in particolare

Nel problema delle sanzioni l'Europa non dovrebbe essere così stupida da voler operare, ancora una volta, contro i propri interessi, ha detto la deputata del Bundestag tedesco, vice presidente del gruppo parlamentare del partito "Linke" Sahra Wagenknecht.

"Le sanzioni danneggiano in primo luogo l'economia europea e quella tedesca in particolare. Gli USA se la cavano benissimo. Non hanno mai avuto grandi rapporti commerciali con la Russia. Sappiamo anche che gli USA hanno molto interesse a espellere il gas russo dal mercato europeo, perché soltanto in questo caso potranno vendere il loro, molto più costoso, shale-gas. Di mezzo ci sono degli interessi economici ben concreti. Credo che l'Europa non dovrebbe essere tanto stupida da danneggiare, ancora una volta, i propri interessi. Le sanzioni vanno chiaramente contro gli interessi dell'Europa", — ha dichiarato la Wagenknecht in un'intervista a "Sputnik".

Secondo la deputata tedesca, il rinnovo delle sanzioni non avrà effetti desiderati.

"A mio giudizio sarebbe assurdo prorogare le sanzioni. Sin dall'inizio dicevo che quella delle sanzioni è una scelta sbagliata e sbagliato sarebbe prorogarle. Inoltre, quello che suscita perplessità è che le sanzioni vengono condizionate con gli accordi di Minsk. Sostengo gli accordi sottoscritti a Minsk e voglio che il governo della Germania si impegni per la continuazione di questo processo. Tuttavia c'è chi sta cercando di compromettere gli accordi e di minare il processo di pace. Sto parlando di coloro che, negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, forniscono armi e inviano loro consiglieri militari. Se reagiamo a tutto con sanzioni economiche, ben presto non avremo nient'altro. Non è una strategia saggia", — ha aggiunto Sahra Wagenknecht.    

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала